Vendute tre tonnellate di Parmigiano “terremotato”

SOLIDARIETÀ Ha riscosso un enorme successo l’iniziativa della pro loco La torre di Pollenzo di aderire al progetto Una forma di solidarietà proposto dall’Unione nazionale delle Pro loco d’Italia (Unpli). L’attività consisteva nella raccolta degli ordini per l’acquisto di forme/pezzi di Parmigiano reggiano prodotto da aziende danneggiate dal terremoto che ha colpito l’Emilia.

La risposta è stata tale che in poche settimane sono state prenotate tre tonnellate (tremila chili) del pregiato formaggio.

«La fornitura del prodotto sarà garantita dal caseificio sociale Quattro Madonne di Lesignana in provincia di Modena, aderente al Consorzio del Parmigiano reggiano, a condizione che il ritiro, presso il loro punto vendita, sia assicurato dalla Pro loco di Pollenzo», spiega il presidente dell’associazione pollentina Flavio Magliano.

Sabato 21 luglio quindi gli incaricati della Pro loco si recheranno con un autocarro in Emilia per ritirare il prodotto.

«Il trasporto del prodotto sarà garantito a titolo gratuito dalla ditta pollentina di autotrasporti Cristino Roberto», aggiunge il segretario della Pro loco Valerio Tibaldi. «Considerata la necessità di conservare al meglio questo prezioso formaggio (sebbene sia confezionato sottovuoto), tenuto conto anche delle elevate temperature di questi giorni, abbiamo deciso di procedere subito alla distribuzione del prodotto alle oltre 2.000 persone che lo hanno prenotato».

Il punto di distribuzione sarà nei locali di via Regina Margherita 28 a Pollenzo, che resteranno aperti sabato 21 dalle 14 alle 24 e domenica 22 dalle 9 alle 24.

Diego Lanzardo