Govone, «Cresce il numero degli alunni»

Anche a Govone è suonata la prima campanella. I ragazzi della scuola dell’infanzia e delle medie hanno preparato i loro zaini per il 10 settembre, le elementari per il 12. «Nessun incremento di prezzo per la mensa», ha dichiarato il vicesindaco Elio Sorba, che ha annunciato anche «miglioramenti per la qualità del cibo: i primi piatti verranno preparati in loco». Continuerà l’attenzione per l’ambiente: si useranno ancora piatti, bicchieri e posate biodegradabili, in mais. Il servizio di scuolabus sarà totalmente esternalizzato. È stata firmata nuovamente la convenzione con i Comuni di San Martino e Antignano. «I due Comuni astigiani usufruiscono delle scuole medie govonesi: a noi il vantaggio di mantenere il plesso, a loro quello di far crescere i ragazzi in un ambiente protetto e tranquillo», ha continuato Sorba.

Elementari e medie avranno due rientri pomeridiani, il martedì e il giovedì, mentre nessuno andrà a scuola il sabato. Per agevolare i genitori che lavorano, la cooperativa Alice offrirà un servizio di pre-scuola per le elementari. Per le materne è previsto, invece, il doposcuola, dalle 16.45 alle 18, gestito dall’associazione Ragazzi del Roero. Quest’ultima si occuperà, inoltre, del campus, per elementari e medie, il lunedì, il mercoledì e il venerdì da fine scuola alle 18. «L’obiettivo è guidare il minore nella crescita, assistendolo nei compiti e coinvolgendolo in laboratori e giochi di gruppo», spiega il presidente di RdR Simone Villa. Molte, dunque, le energie positive messe in atto perché anche questo anno scolastico parta con la marcia giusta, nonostante i tagli. Forte la sinergia tra la scuola, il Comune e le associazioni. «Siamo contenti che ci sia stato un incremento della popolazione scolastica», ha raccontato la dirigente Gabriella Benzi.

«A Govone si hanno di nuovo due prime e due seconde medie. Ma l’incremento di iscritti è diffuso in tutto l’Istituto». Ad aumentare l’appeal di queste scuole roerine sono i numerosi e interessanti progetti attivati ogni anno. Grazie alla fondazione Crt, verranno realizzati nei tre ordini di scuola lettorati di lingua inglese e francese. Per le elementari e le medie sarà possibile imparare la fisica giocando grazie al progetto Galileo, finanziato dalla fondazione Crc, e nella primaria continuerà il potenziamento motorio.

Roberta Bertero