Ad Alba i pensionati Cisl festeggiano sessant’anni

La sala convegni della Banca d’Alba, in via Cavour 4 era gremita martedì 6 novembre. Oltre 120 i presenti per festeggiare il 60° dei pensionati Cisl albesi. Tra gli altri, erano presenti il vicepresidente della Provincia, Giuseppe Rossetto e il sindaco di Alba, Maurizio Marello. Apprezzati i relatori Giovanni Battista Sgritta, sociologo de La Sapienza di Roma e Vincenza Pellegrino, sociologa dell’Università di Parma. Tema del convegno, il rapporto tra giovani e anziani, in un tempo nel quale, pericolosamente, avanza l’idea di togliere agli uni per garantire il futuro degli altri. Un conflitto generazionale dunque? Per il professor Sgritta in realtà «il conflitto non è tra i giovani e gli anziani ma tra gli anziani di oggi, garantiti da una serie di diritti conquistati nel corso del ‘900, e gli anziani di domani che vivranno una condizione assai diversa». Per Pellegrino invece serve ripensare luoghi di condivisione comuni tra le generazioni, «ciò che oggi non possono più essere i partiti, oppure le Acli o anche l’Avis, organizzazioni non più frequentate dai giovani». Presenti in sala anche gli alunni della 5ª A del liceo scientifico “Cocito” di Alba e la 5ª D dell’istituto “Cillario-Ferrero”. Le due classi, insieme ai pensionati del Centro anziani del quartiere Moretta, sono stati protagonisti di un video di 12’ su sanità, assistenza, pensioni, lavoro e studio, realizzato per l’occasione e proiettato in apertura di mattinata.

Franco Versio, responsabile dei pensionati Cisl di Alba conclude: «Rappresentiamo oltre 4.000 pensionati albesi e per loro continueremo a sostenere le nostre battaglie sul territorio».