Alba: aperto il Salone dell’orientamento

Mercoledì 5 marzo ha aperto da Alba la nona edizione del “Salone dell’orientamento” fino a venerdì 8 marzo in Fondazione Piera Pietro e Giovanni Ferrero. Dedicato ai giovani all’ultimo anno delle scuole superiori in fase di scelta post diploma, l’edizione 2013 è stata introdotta Consigliere delegato all’istruzione e alle politiche giovanili del Comune di Alba Luigi Garassino  e dai saluti del sindaco Maurizio Marello.

«Credo sia importante – ha detto il Sindaco Marello parlando ai numerosi giovani presenti nell’auditorium –  accompagnare nel modo migliore la vostra scelta  anche in un momento non semplice come questo, in cui le valutazioni possono essere condizionate dalla crisi e dalla difficoltà a trovare lavoro.  Tuttavia penso che, anche in questi periodi, bisogna scegliere il proprio percorso futuro mettendo al primo posto le proprie inclinazioni, le proprie capacità, i propri talenti, il desiderio di costruire un percorso che si ha in testa. Quindi, l’augurio che vi faccio è di riuscire a compiere una scelta consapevole, una scelta convinta che vi dia una strada che magari in futuro è un po’ meno in salita ma è coerente con i vostri desideri attuali».

Dopo il saluto del Sindaco, il microfono a Lucilla Ciravegna esperta di politiche attive del lavoro e responsabile del Centro per l’impiego Alba-Bra. Poi, momenti di approfondimento con il presidente del Gruppo giovani imprenditori dell’Unione industriale di Cuneo Simone Ghiazza e il commercialista albese Marco Ansaldi. Durante il pomeriggio anche la proiezione di un video sulle professioni emergenti e una tavola rotonda con altri giovani professionisti.

Per quanto riguarda i prossimi giorni, mercoledì, giovedì e venerdì si susseguiranno incontri confronto sulle diverse offerte didattiche con uno screening sui possibili sbocchi professionali e le opportunità occupazionali.

Il salone è organizzato dal Comune, con il contributo della Fondazione Piera Pietro e Giovanni Ferrero, in collaborazione con le scuole secondarie di secondo grado di Alba, il Centro per l’impiego di Alba, Apro formazione e il contributo della Fondazione Cassa di risparmio di Cuneo.

Leggia anche: Bra: Spaziorientamento, tre giorni sulla formazione post diploma