DONACIBO fa il pieno

SOLIDARIETÀ Ancora una volta si mette in luce l’Italia della solidarietà, quella che, nonostante la crisi, non tramonta. Dopo i buoni risultati di novembre, il Banco alimentare ha organizzato in oltre 2.000 scuole di tutta Italia la settimana delDonaCibo, promossa con AltroCanto e FormicAmica.

Mercoledì 6 marzo oltre 170 scuole nel cuneese, (dieci ad Alba e tante nei paesi del circondario) hanno raccolto 14 tonnellate di beni di prima necessità come riso, pasta e scatolame (legumi, tonno, carne). E giovedì 7 marzo presso le scuole M. Coppino e L. Cocito gli alunni hanno finalizzato un percorso. Il raccolto dei due istituti sarà devoluto al Centro di prima assistenza gestito da Gigi Alessandria. Alle elementari l’incontro con il sindaco Maurizio Marello e il vescovo Giacomo Lanzetti è stato introdotto da canti e balli delle volontarie di FormicAmica.

«Siamo un gruppo di mamme. Attraverso favole e racconti cerchiamo di spiegare ai più piccoli l’importanza del dono e il valore del cibo», racconta Marinella, una volontaria. «Siamo andati domenica al cinema e al posto di bibite e pop corn abbiamo deciso di comprare qualcosa per questa giornata. È un piccolo gesto simbolico ma pieno di senso », spiega una mamma.

«Il gesto sta assumendo sempre più un valore concreto in questi tempi di crisi », ha detto il Sindaco. «I finanziamenti associazioni di volontariato sono sempre più scarni, quindi bisogna che tutti si rimbocchino le maniche».

«Abbiamo lavorato molto bene insieme», sorride Andrea della classe terza D del liceo Cocito. «La raccolta in tutta la provincia di Cuneo ha sfiorato le 14 tonnellate», commenta Claudia Coraglia, coordinatrice del progetto per la provincia di Cuneo. «È fondamentale insegnare ai nostri ragazzi la cultura del dono».

Alessandro Costa