Tragedia al Govone: muore un professore durante una lezione

ALBA  È successo tutto in pochi istanti, drammatici, davanti agli occhi degli studenti. Venerdì 22 marzo, poco dopo le 12.30, Salvatore Foti, professore originario della Sicilia ma in Piemonte da diversi anni, stava insegnando scienze ai suoi alunni del liceo classico “Govone”, nelle aule distaccate del seminario ad Alba, quando ha accusato un malore, con buone probabilità un infarto, e si è accasciato ai piedi della cattedra, senza più riuscire a riprendersi.

Soccorso immediatamente, Foti è parso subito in gravi condizioni. Il personale del 118, accorso nel giro di pochi minuti, ha tentato di rianimarlo sul posto, ma ogni tentativo è risultato vano e l’insegnante è spirato. Foti, 49 anni, insegnava al “Govone” e all’istituto tecnico “Einaudi” da settembre, dopo essere stato docente anche al liceo scientifico “Cocito” e al liceo magistrale “Da Vinci” di Alba e all’Arte bianca di Neive.

«Non so cosa dire, se non che si tratta di una grande tragedia. Il professor Foti era molto contento di aver ottenuto una cattedra al Govone e svolgeva la propria professione con grande passione, tanto da essere apprezzato sia dai colleghi che dagli studenti, con i quali aveva un ottimo rapporto. Come ho potuto constatare durante alcuni viaggi di istruzione, era un uomo discreto sulla propria vita privata, ma molto affabile e simpatico», ha dichiarato il dirigente scolastico del liceo classico “Govone” Piercarlo Rovera.

Nel momento in cui scriviamo, non è ancora stata fissata la data del funerale di Foti, che lascia un fratello e una sorella. Su Facebook, intanto, sono comparse decine di messaggi di studenti che ricordano il “prof. Foti” con tristezza e commozione.

Enrico Fonte