Bp Alba non rischia con Arona

Pallacanestro, serie C/M

Bp Alba – Arona 75-62

La Bp Alba con Arona fa un altro passo verso la vittoria nella prima fase del campionato. Le possibilità sono minime (anche perché non sono tutte in mani biancorosse) ma esistono: la squadra di Jacomuzzi potrebbe ancora puntare, classifica e calendario alla mano, a essere promossa senza passare dai playoff. Dovrebbe recuperare altri quattro punti sul Borgosesia. Sogni a parte, sabato scorso con l’Arona la Bp ha condotto e finito una gara che ha lasciato agli ospiti meno possibilità di vittoria di quante faccia pensare il punteggio finale. Merito dell’esplosione di Murta dopo l’esordio e il lungo infortunio, di Piano e Gallo e Negro, oltre che di una squadra che tra i punti di forza ha la capacità di assorbire come poche altre le assenze. Questa volta sono mancati Dellapiana e Margheri, ormai infortunato di lungo corso. L’avvio di Arona è fulmineo: 05. La risposta albese si dimostra all’altezza: 217 al 7’. Gli albesi non molleranno più il comando, a Gallo arrivano rifornimenti sottocanestro e il pivot ne approfitta, mentre nella metà campo di difesa il duo Murta-Piano fa vivere momenti di passione agli avversari. Il primo periodo termina sul 2613. Nella frazione successiva cambia poco nel tema del gioco. Arona ha poco da opporre ai lunghi albesi vicino a canestro; in attacco sbaglia poco ma anche i locali sono in serata positiva da quel punto di vista e chiudono prima del riposo sul 4532. Nella ripresa Arona tenta di riprendere in suo possesso l’inerzia e rosicchia la manciata di punti che le permetteno di arrivare (quasi) a portata di mano del pareggio. A sei lunghezze dalla Bp i novaresi si trovano di fronte Marco Negro, che li ricaccia indietro. Il quarto finisce sul 5645. Nel finale non si registra nessun altro momento di particolare emozione, almeno sul piano del punteggio. Jacomuzzi ha tempo e possibilità per far giocare tutti i suoi e il confronto si conclude sul 7562. «Murta si è dimostrato un giocatore costante dal punto di vista difensivo quanto offensivo »: l’elogio è di Roberto Schinca, il vice di Jacomuzzi, il quale estende le buone parole anche agli altri componenti della squadra, in particolar modo a Piano. Alba ha un calendario privo di grandi ostacoli, almeno sulla carta. Sabato sarà in trasferta a Torino, sul campo del Kolbe terz’ultimo.

Paolo Rastelli