La Bp Alba difende la vetta

Bp Alba – Ciriè 69-48

La Bp Alba fa bottino pieno con Chivasso e Ciriè e ora può “volare” a Cuneo dall’alto del primo posto in classifica. Non sarà facile, ma, assicura il presidente biancorosso Paolo Bergui, «giochiamo meglio contro le squadre più forti». Il Ciriè, ospite mercoledì scorso nel palazzetto dello sport di corso Langhe, ha una classifica poco brillante. Fatto che però non ha impedito ai torinesi di dare filo da torcere ai biancorossi di Jacomuzzi. Ma andiamo per ordine. Alba parte con una tripla di Zanelli. Negro brilla, vicino a canestro e sul perimetro e la distanza tra le due formazioni sembra destinata ad aumentare (1912 al 10’). La troppa confidenza dei locali si traduce nella possibilità, per il Ciriè, di recuperare un paio di punti nel corso del periodo successivo, che si chiude sul 3328. La svolta, com’è successo più volte nel corso della stagione, arriva dopo l’intervallo. Il Ciriè si affida senza fortuna (2 su 14 alla fine) al tiro dalla lunga distanza. Alba in parte imita gli avversari (7 su 20), ma ha anche altre armi, nonostante le non perfette condizioni di Margheri e l’assenza di Francone.

Il trio Piano, Dellapiana e Zanelli – più Gallo vicino alla retina del canestro – costruiscono il parziale che chiude l’incontro: 208 e punteggio sul 5336 al 30’. I minuti che restano prima della sirena offrono poche emozioni, la reazione ospite è velleitaria e i locali fanno poca fatica a controllare fino al 6948 finale.

Sabato 6 aprile la Bp affronterà la sfida con Cuneo, che segue in classifica alla distanza di quattro punti: una vittoria, con ancora quattro giornate da giocare significherebbe eliminare un concorrente per i primi due posti.

p.r.