La Doi pass compie 40 anni

Quarant’anni. La marcia, la mitica Doi pass con coi dl’Avis, è ormai nella storia. La prima edizione, di 21 chilometri, si svolse il 21 aprile 1974, sul percorso Alba, Altavilla, Treiso, Cappelletto, Madonna di Como, Alba. Vinse Mario Gallarato, di Cuneo, col tempo di un’ora, 19 minuti e 24 secondi. Nel 1975 stravince, sempre sullo stesso percorso, una coppia straordinaria di atleti, Attilio Liberini e Filippo Tagnesi, che arrivano in piazza San Paolo dopo un’ora e 14 minuti.

Ma la mezza maratona era per la maggior parte dei partecipanti troppo faticosa; pertanto, nel 1977 gli organizzatori hanno portata la Doi pass a 17 chilometri. Dal 1980 il percorso è di 13 km e mezzo: da Alba sale a Madonna di Como, San Rocco Seno d’Elvio, Pertinace, Altavilla e Alba.

Dopo alcune edizioni in cui i partecipanti potevano scegliere tra il settore competitivo e no, ora la manifestazione è puramente una lunga camminata tra le colline in fiore. Nonostante questo molti atleti competono tra loro per cercare di battere il record di Massimo Galliano, ottenuto nel 1992, quando il podista allora diciottenne, chiuse con l’eccezionale tempo di 44 minuti e 37 secondi. Nel 2000, Galliano in Polonia si laureò campione d’Europa di corsa in montagna.

Ma veniamo all’edizione che si correrà domenica 21 aprile.

Le iscrizioni sono aperte presso la sede dell’Avis di via Pierino Belli 3, ad Alba. Per i gruppi è obbligatorio iscriversi entro le ore 18 di sabato 20. I singoli possono iscriversi sino alle 9 di domenica 21. Il raduno è in programma sotto il mercato ortofrutticolo, davanti alla caserma dei Carabinieri. La partenza è fissata alle 10. Si sale da località Boffa sino a Madonna di Como, per scendere a San Rocco Seno d’Elvio, Pertinace e Altavilla. L’arrivo è nello stesso posto della partenza.

Il costo dell’iscrizione è di 6 euro e darà diritto a tre ristori e alla consegna di una borsa con un chilo di ottimo riso. «Quest’anno abbiamo cercato di fare qualche risparmio, «dicono gli organizzatori, «perché abbiamo una bella cifra da pagare per terminare la nuova sede avisina di via Margherita di Savoia».

Tutti i gruppi con almeno 10 iscritti saranno premiati. Ben 48 bottiglie al gruppo con più iscritti, 36 al secondo, 24 al terzo. Non mancherà la sveglia all’ultimo arrivato al termine della manifestazione alle ore 12.30.

Severino Marcato