Pro loco: 10 volti nuovi nel Direttivo appena eletto

MONTÀ Rinnovarsi per promuovere il territorio. Un intendimento che è diventato realtà. Il Direttivo Pro loco uscito dalle elezioni di questi giorni presenta 10 volti nuovi su 14, tutti giovani (età media 26 anni), determinati a darsi da fare. Li guida, per la prima volta, Cristian Taliano, 30 anni, imprenditore vinicolo che insieme ad Andrea Audisio, Alberto Casetta e Roberto Cauda rappresenta la “vecchia guardia” del sodalizio. Queste le matricole: Fabio Aloi, Mariagabriella Ferraresi, Elisa Iberti, Danilo Brossa, Riccardo Sacco, Federico Aloi, Umberto Casetta, Alessandro Costa, Marco Rasa e Daniele Terzolo. Il ruolo di vicepresidente è stato affidato a Roberto Cauda, mentre il tesoriere sarà Daniele Terzolo e il segretario Alessandro Costa.

Da sinistra: Cristian Taliano e il suo vice Roberto Cauda

La carica di presidente corona un impegno decennale nel sodalizio per Cristian, avviato, ricorda, «con un grande amico, purtroppo scomparso: Valerio Aloi. Sono orgoglioso di poter guidare questo splendido gruppo di giovani, che oltre ai 14 del Direttivo intendiamo allargare a tanti altri volenterosi per contribuire tutti insieme alla valorizzazione di Montà e delle sue peculiarità. Contando anche sul prezioso supporto di idee e di esperienza di amici come Andrea Cauda e Luigi Cellino, che tanto hanno dato al sodalizio in questi anni».

Tra i prossimi passi c’è la festa di inizio maggio, «che proseguirà nel solco della tradizione », aggiunge Taliano, «come quella di settembre, mentre per le feste natalizie proporremo delle novità. Pur consci delle risorse economiche sempre più limitate e delle maggiori complicazioni per tasse e normative in vigore. La cucina sarà la grande vedette dei nostri eventi, per qualità e originalità dei prodotti. Per la riuscita delle iniziative sarà fondamentale, come sempre, l’appoggio dei Borghi, che ringrazio sin d’ora per la disponibilità».

Giorgio Babbiotti