Al via l’iter per l’elettrificazione della linea Alba-Bra

ALBA «Entro due mesi, la Regione procederà alla revisione di alcuni Accordi di programma ormai superati a favore di opere strategiche come l’elettrificazione della linea Alba-Bra con l’obiettivo di rilanciare i trasporti e il turismo della Langa». Lo hanno dichiarato gli assessori regionali Barbara Bonino e Alberto Cirio.

Nell’ultima riunione della Giunta regionale, sono stati approvati il Piano di rientro sul trasporto pubblico locale e la riorganizzazione dei servizi ferroviari e su gomma. «Alcuni dei vecchi Accordi sono ormai superati – sottolinea l’assessore regionale ai trasporti Barbara Bonino – Abbiamo deciso di modificarli e di concentrarci su interventi che possano rilanciare il territorio sia sotto il profilo dei trasporti che del turismo. Tra questi c’è l’elettrificazione dell’Alba-Bra. La Regione – continua Bonino – ha scelto di investire e dare priorità al servizio ferroviario metropolitano anche nella Granda. Mentre avvieremo l’iter per la futura elettrificazione, a giugno verranno invece battezzate le linee Sfm 7 Torino-Fossano e Sfm 8 Alba-Bra-Cavallermaggiore, che porteranno questo territorio a un livello di trasporti europeo».

«Un intervento atteso e fondamentale per questo territorio – ha commentato l’assessore regionale a istruzione, turismo e sport  Alberto Cirio – che da una parte rilancerà i trasporti locali, rendendo più semplici gli spostamenti di chi vive su queste colline e dall’altra incentiverà il turismo, garantendo ogni ora un collegamento diretto in meno di 70 minuti tra Alba e Torino e, con la futura apertura dell’interconnessione di corso Grosseto, anche verso l’aeroporto di Caselle. A oggi Caselle è un vettore turistico importante per Torino e le montagne olimpiche, cioè per il turismo invernale e della neve, ma non lo è per le altre province del Piemonte, proprio perché manca una connessione diretta tra l’aeroporto e il resto del territorio. Grazie a questo intervento non solo ci sarà un collegamento diretto con Caselle, ma il treno diventerà finalmente un vettore in grado di portare turisti in Langa, permettendoci di vendere pacchetti che lo includano come mezzo di trasporto e aprendo una nuova era per il turismo delle nostre colline».

La Regione ha inoltre riferito che il Servizio ferroviario metropolitano (Sfm), operativo dal dicembre 2012, ha raggiunto parametri di puntualità europea. In particolare, la linea Sfm 4, da Torino Stura a Bra, supera il 95 per cento di arrivi in orario.