Cherasco: nel bilancio 2012 troppo spazio alle manifestazioni

CHERASCO L’avanzo d’amministrazione 2012 del Comune sfiora i 400 mila euro, una cifra pressoché identica al possibile mancato incasso nel 2013 sull’Imu della prima casa, qualora il nuovo Governo decidesse di abolirla o sospenderla. Questi dati sono emersi nell’ultima seduta consiliare, dall’esame del consuntivo dello scorso esercizio finanziario. «Ci dovrebbero anche dire come compensare il mancato introito», commenta il sindaco Claudio Bogetti, «perché se per i contribuenti è una buona notizia, dall’altra tutti i Comuni andrebbero in seria difficoltà». Elio Cagnassi, capogruppo di Cittadini per Cherasco: «Il Comune potrà avere dei problemi, ma anche tante persone ne hanno in questo momento, è un loro diritto non essere gravate ulteriormente ». Il collega di Insieme per Cherasco Marco Costamagna ribadisce il voto contrario al bilancio 2012, troppo dedicato alle manifestazioni: «Il nostro parere è negativo, come lo sarà per tutto il 2013». La situazione socioeconomica del contesto locale potrà essere in futuro monitorata tramite un osservatorio promosso dall’Amministrazione cittadina, il cui coordinamento è affidato al consigliere Maurizio Botta. Il progetto, in fase di elaborazione, conterà unicamente sulla consulenza volontaria e gratuita di persone qualificate provenienti dal settore finanziario, della cultura e del mondo universitario. Botta: «La prima fase sarà la raccolta d’informazioni, a partire da livello di scolarità, tipologia di lavoro e, nella situazione attuale, l’impatto della cassa integrazione e delle aziende in liquidazione. Tutto ciò permetterà di definire un quadro utile alla cittadinanza, ma soprattutto all’Amministrazione per avere degli spunti di riflessione, nell’ottica di scelte future». Il primo cittadino ricorda che nella prossima seduta il Consiglio sarà chiamato a pronunciarsi in merito all’eventuale autorizzazione alla cava in località Cascina Marinetta: il verbale della Conferenza dei servizi, giunto solo alcuni giorni fa, è all’analisi di tecnici e consulenti. Sempre sull’ambiente interviene l’assessore Sergio Barbero, il tema è la raccolta differenziata: «Entro l’estate partirà il ritiro degli oli alimentari domestici che interesserà il capoluogo e le frazioni dell’Oltre Stura: saranno sensibilizzati tutti i cheraschesi, a partire dalle scuole». Si dovrà invece attendere fine anno per vedere affidato l’appalto dei lavori della circonvallazione al centro storico e l’allargamento della salita del Bergoglio. È quanto almeno auspica il sindaco Bogetti, rispondendo a un’interpellanza del consigliere Costamagna.

Cristiano Lanzardo