Gli aquiloni piacciono

QUARTIERI Sotto un piacevole sole e una giusta brezza si è svolta sabato 4 maggio a San Cassiano l’undicesima festa dell’aquilone “La tua città dall’alto”.

Al concorso degli aquiloni, bandito dal Comitato di quartiere San Cassiano, e ai relativi laboratori, hanno partecipato sei classi della scuola Maria Montessori, quattro della scuola Gianni Rodari e Umberto Sacco e la scuola Augusto Dacomo di Monticello, con un totale di 350 bambini.

[nggallery id=114]

Da due anni la festa si è arricchita da attività e intrattenimenti tra cui le dimostrazioni dell’associazione cinofila Le due impronte, l’esibizione degli sbandieratori e musici Terre sabaude, i giochi popolari del tiro al punto con bocce, corsa nei sacchi, tiro ai barattoli. Inoltre si è svolta l’arrampicata su parete di roccia e un giro in mountain bike organizzati dal Cai di Alba. Non sono mancati i giochi di società e le rappresentazioni di Lego organizzati da Hobby centro.

«La manifestazione – spiega Andrea Porro, presidente del Comitato di quartiere – si è potuta realizzare grazie alle tante persone che hanno dato il loro sostegno attivo e proficuo».

«Occorre anche ringraziare i numerosissimi sponsor, piccole, medie e grandi realtà artigianali, commerciali o industriali, che hanno consentito la realizzazione di questa festa con l’offerta di numerosi premi e prodotti e di importanti contributi economici», continua Porro.

«Volendo fare una riflessione sulla festa dell’aquilone, che anche quest’anno ha riscosso un notevole successo di affluenza e gradimento di tutti i partecipanti, mi viene da pensare che c’è sempre molta voglia di fare per il quartiere, soprattutto a livello di aggregazione per i bambini, le famiglie, i giovani e gli anziani. Il nostro quartiere è da parecchi anni in forte e continua espansione e l’esigenza di conoscersi e di condividere momenti di festa comuni è ancora più avvertita tra i residenti. Come comitato – conclude Porro – desideriamo fare da portavoce di questa esigenza».

b.b.