La Cri ha raccolto fondi per la comunità L’accoglienza

ALBA Croce rossa italiana  di Alba hanno promosso la vendita di piante aromatiche e fiorite; i giovani si sono dedicati all’intrattenimento dei bambini con palloncini e giochi. L’incasso netto della vendita, pari a 500 euro, è stato interamente devoluto alla comunità L’accoglienza di Alba, in quell’ottica solidaristica e di relazioni sociali e umane da sempre patrimonio dell’associazione fondata da Henry Dunant nel 1864 e oggi più attiva e presente che mai, considerata l’attualità dei suoi sette principi: umanità, imparzialità, indipendenza, unità, volontarietà, universalità e uguaglianza.

«Ringrazio tutti coloro che hanno sostenuto l’iniziativa e colgo l’occasione per lanciare l’invito al prossimo appuntamento: la cena benefica che si terrà il 6 giugno al ristorante Tota Virginia di Serralunga i cui proventi saranno destinati ad interventi socio assistenziali e all’acquisto di materiale sanitario d’emergenza», afferma Rosa Grimaldi, responsabile dell’area sociale e del fund raising.

Il Presidente del Comitato di Alba, Luigi Aloi, dichiara: «Vedere un numero così grande di volontari in via Maestra è per me motivo di grande soddisfazione e dimostra che il cammino che la Croce rossa sta compiendo per stare tra la gente e la collaborazione tra le ex componenti e tutte le sedi del Comitato locale per un raggiungere obiettivo comune sta dando risultati confortanti».

a.r.