Le realtà albesi al Salone del libro di Torino

TORINO La ventiseiesima edizione del Salone internazionale del libro di Torino, che si svolge presso il Lingotto Fiere da giovedì 16 a lunedì 20 maggio, è stata inaugurata dal Ministro per i beni e le attività culturali Massimo Bray. Quest’anno il tema conduttore della manifestazione è la Creatività e la Cultura del Progetto. L’affascinante processo della creatività umana approfondito nelle sue declinazioni più fertili: le istituzioni, l’economia, le nuove forme di scrittura, la scienza e la tecnologia, le arti figurative e applicate, l’architettura e il design fino alla cucina e alla cultura materiale.

Nell’anno in cui ricorre il cinquantesimo anniversario della morte di Beppe Fenoglio, il progetto Parco culturale Piemonte Paesaggio Umano ha ricordato lo scrittore delle Langhe, della lotta partigiana e dell’impegno civile in un incontro a lui dedicato. Durante il convegno, svoltosi venerdì 17, sono stati presentati i lavori di messa in sicurezza della Censa di Placido a San Benedetto Belbo, luogo ricorrente nelle opere dello scrittore, e sono stati illustrati gli itinerari letterari che percorrono i paesaggi protagonisti della vita e delle opere di Fenoglio. Inoltre, sono state ricordate tutte le iniziative culturali nell’albese che, a partire da gennaio, festeggiano lo scrittore fino a fine anno, tra cui la mostra degli acquerelli di Paolo Galletto nella chiesa San Domenico di Alba e l’esposizione di ritratti al centro studi Beppe Fenoglio di Alba.

Una giornata è stata dedicata anche all’altro grande scrittore del territorio albese, Cesare Pavese. È stato infatti presentato il nuovo Pavese Festival con il progetto di letteratura su Twitter, #Leucò, ideato dalla fondazione Cesare Pavese per riscrivere sui social network I dialoghi di Leucò, dopo il successo ottenuto lo scorso anno con La luna e i falò. Domani, lunedì 20 maggio, le Langhe saranno ancora protagoniste: il Comune di Barolo presenterà il volume Serralunga d’Alba e i Falletti e, insieme a WiMu-Museo del Vino, farà conoscere al pubblico le trecentomila etichette patrimonio del museo.

Nel contesto dell’evento culturale piemontese più conosciuto in Italia quale è il Salone del Libro non poteva mancare la realtà editoriale più consolidata e longeva del territorio. Il Gruppo editoriale San Paolo rientra tra i marchi che tradizionalmente partecipano alla manifestazione e quest’anno presenta una novità, il sanpaolostore. Si tratta del sito di e-commerce, ultimo progetto nato in casa San Paolo, che, in linea con la missione del Gruppo, propone un’offerta merceologica ampia e articolata con particolare attenzione ai contenuti redazionali e alle proposte culturali e spirituali. Le novità non finiscono qui. Sono ormai duecento i titoli proposti in formato ebook, tra cui l’unica Bibbia interamente digitale.

Non c’è spazio solo per i grandi marchi, il Salone infatti riserva agli editori nati da meno di due anni di vita un progetto speciale. Si tratta dell’Incubatore, un’area situata nel Padiglione 3 del Lingotto Fiere, che quest’anno ospita ventidue giovani ma promettenti realtà editoriali provenienti da tutta l’Italia. Tra cui segnaliamo Rêves il quaderno dei sogni, poetico progetto dell’albese Emanuele Enrico, che nel nome contiene già la sua quintessenza. Rêves, infatti, non è un quaderno qualsiasi, ma un vero e proprio manuale che il lettore può comporre e personalizzare, raccontando i propri sogni sulle pagine bianche. Nascosti tra le pagine si trovano codici e simboli tutti da scoprire che conducono il lettore in un viaggio dentro se stesso per poi fare ritorno alla realtà con prospettive nuove e ampliate.

Tra le novità del Salone 2013 ha suscitato molta attesa e curiosità Casa CookBook, un’area interamente dedicata all’editoria enogastronomica, un ambiente inedito dove le due “c” di cultura e cucina trovano il giusto impasto. Un vero e proprio tempio del gusto dove assaporare contenuti diversi e incontrare da vicino i grandi protagonisti dell’enogastronomia italiana. Giunti Editore, Bibliotheca Culinaria, Guido Tommasi Editore, Reed Gourmet, Alma – Scuola internazionale di cucina Plan Edizioni e Slow Food Editore sono alcuni dei marchi presenti. Nel regno della gastronomia italiana non poteva mancare l’azienda albese del settore più conosciuta nel mondo. Ferrero è presente a Casa CookBook con Gran Soleil, main sponsor dell’area.

 

Oltre allo spazio espositivo dedicato a tutti gli appassionati del delizioso fine pasto di casa Ferrero, sono previsti laboratori quotidiani dimostrativi con i maestri pasticceri dell’azienda di Alba, che danno prova della loro abilità nella creazione di gustosi abbinamenti. Il cuore di Casa CookBook è infatti la Show Kitchen, realizzata da Demode engeneered by Valcucine, teatro di incontri, presentazioni e soprattutto di showcooking. Gualtiero Marchesi, Marco Bianchi, Benedetta Parodi, Simone Salvini sono alcuni degli ospiti di questi giorni. Domani, lunedì 20 maggio, sarà protagonista di ben due incontri Luca Montersino che parlerà con Paolo Massobrio di pasticceria sostenibile e poi presenterà il suo libro La pasticceria dolce e salata accompagnato da Corrado Ariaudo e Luca Ferrua de La Stampa.
Alessia Magliano