2.500 Penne nere

CORNELIANO Oltre 2.500 Penne nere, riunite sotto 80 gagliardetti, 4 vessilli sezionali, numerosi labari e gonfaloni dei paesi vicini hanno reso indimenticabile il quattordicesimo Raduno intersezionale degli Alpini del Roero, che ha tenuto banco a Corneliano, domenica 9 giugno.
La Sezione Ana di Cuneo ha colto l’occasione per intervistare i reduci, nel 70esimo anniversario del rientro dalla Campagna di Russia. Le interviste saranno inserite in un dvd contenente, oltre alle foto di tutti i raduni sotto-sezionali, anche alcuni estratti dei racconti degli Alpini che hanno partecipato alla Guerra.

[nggallery id=127]

Gli stessi reduci la domenica sono stati protagonisti della cerimonia ufficiale, condotta dal presidente del Comitato del Roero Stefano Greco, che commenta: «Questo alto numero di reduci al nostro Raduno è la migliore testimonianza del messaggio alpino che ci impegniamo a trasmettere: il ricordo dei valori dell’amicizia e dell’aiuto reciproco e la volontà di imparare dagli errori del passato».
Molto toccante, nel cerimoniale di domenica, il minuto di silenzio, sentito e partecipato, in onore del capitano Giuseppe La Rosa, caduto poche ore prima in Afghanistan a 31 anni.

Il presidente della Sezione di Cuneo Antonio Franza e tutti i capogruppo del Roero hanno dato appuntamento agli Alpini  a Carrù sabato 22 e domenica 23 giugno, per il primo raduno intersezionale Ana della Piana.