Ricardo Pichetta è 2° sulle rocche del Roero

CICLISMO Giornata di grande ciclismo quella di domenica 9 giugno, durante la quale si è disputata la “Roero grimpeur”, terza e ultima tappa della prima edizione della “Roero cup”, gara ciclistica per squadre elitè e under 23 organizzata dalla società cuneese “Monviso-Venezia” del presidente Michelino Davico.
La tappa, partita dal cuore di Bra e conclusasi dopo 160 km e 15 impegnative rocche a Pocapaglia, ha visto trionfare il corridore laziale della “Mastromarco” Valerio Conti, che ha preceduto l’atleta di Albaretto della Torre, capitano del team “Monviso-Venezia”, Ricardo Pichetta e il lombardo Gianfranco Zilioli della “Colpack”.

Intervistato da Gazzetta al termine della gara, Pichetta ha dichiarato: «È stata una tappa bellissima ma anche molto dura, una delle più impegnative che io abbia mai affrontato. Mi ero preparato a fondo per questo appuntamento, avevo provato il percorso e credo di aver fatto molto bene, anche se purtroppo, per un soffio, non è arrivata la vittoria. Non posso comunque rimproverarmi nulla, perché sono stato nel gruppo di testa per tutta la gara e nel finale ho anche provato ad attaccare. Ringrazio il presidente Michelino Davico, il ds Domenico Cavallo, la mia famiglia, la fidanzata e i tanti tifosi che mi hanno sostenuto sulle salite di casa. Avrei voluto  regalare loro una vittoria, ma per poco non ce l’ho fatta. Cercherò di trovare il successo nelle prossime gare».
L’articolo completo relativo alla “Roero cup”, vinta dalla toscana “Mastromarco”, sul numero di Gazzetta d’Alba in edicola martedì 11 giugno.