<i>Collisioni</i> a ritmo di JAMIROX

BAROLO È iniziata in maniera esplosiva l’edizione 2013 del festival culturale Collisioni. Fin dalla metà del pomeriggio di venerdì 5 luglio, Barolo era già invaso da giovani, famiglie, artisti e turisti provenienti da tutta Italia e non solo. Difficile raggiungere il paese con mezzi propri; gli organizzatori, però, hanno messo a disposizione navette 
gratuite.

Alle sette di sera la piazza rossa, in cui si è svolto il concerto di Jamiroquai, era colma di gente in attesa del grande ospite che è apparso sul palcoscenico con venti minuti di ritardo, iniziando l’esibizione intorno alle dieci. Il cantante si è esibito in acrobazie e non ha rinunciato a un bicchiere di Barolo, in versione extra large, bevuto tutto d’un fiato, raccogliendo applausi. Al termine, il pubblico ha lasciato a fatica la piazza, letteralmente “paralizzata” dall’alta affluenza: molti hanno scelto di dormire in tenda, altri si sono diretti a piedi alle proprie auto, canticchiando le canzoni appena ascoltate.

«Mi sono ritrovato chiuso dentro alla piazza, senza la possibilità di usufruire di una banca o di un tabacchino», racconta Antonio, che, nonostante questi contrattempi, è soddisfatto. «Il concerto è stato meraviglioso e non ci sono stati problemi con le navette, che mi hanno riportato al parcheggio al termine del concerto». Giorgia, alessandrina, alla prima esperienza con Collisioni, ha incontrato qualche problema in più. «Ho parcheggiato la macchina all’ingresso di Narzole ma ho aspettato più di un’ora per riuscire a salire sulla navetta». Positiva al cento per cento l’esperienza di Paola, presente al festival langarolo  fin dalla sua nascita. «Ogni anno Collisioni riesce a stupirmi: l’organizzazione è stata impeccabile e il costo di ingresso contenuto. Domenica porterò anche i miei figli; questa manifestazione è capace di unire generazioni diverse attraverso la varietà degli incontri proposti».

Manuela Anfosso

Per leggere gli altri articoli su Collisioni 2013 clicca QUI.