Il <i>giardino delle parole</i>

BAROLO Nel cuore di Collisioni – nei giardini a fianco del Wimu – ci si può imbattere in performance che, coinvolgendo ogni volta un massimo di otto persone, cercano di approfondire i testi letterari degli autori presenti al festival e di dar vita a un viaggio letterario intimo, emozionante e rilassante.

Le “Letture private” – un classico della manifestazione langarola promosse con la collaborazione dei volontari per la lettura del Circolo dei lettori – sono molto apprezzate da chi ama gustarsi la lettura in stile slow. Le “Parole a cinque sensi”, più recenti, assicurano un’esperienza sensoriale a 360 gradi; le “Silent Words”, create per singoli lettori, privilegiano l’aspetto comunicativo di chi realizza la performance e i suoi occhi, in modo da avviare un processo interiore comunicato attraverso il linguaggio del corpo.

Collisioni, quindi, è anche silenzio, grazie a giovani attori delle scuole di teatro italiane e a giovani attori professionisti.

Cinzia Grande

Per leggere gli altri articoli su Collisioni 2013 clicca QUI.