Il Consiglio comunale omaggia Mario Ferrero

GUARENE Il consiglio comuanle di Guarene si è aperto, ieri sera, martedì 24 luglio, con un’accorata commemorazione di Mario Ferrero. I componenti del consiglio si sono uniti tutti in un affettuoso e rispettoso ricordo dell’ex consigliere e assessore guarenese, che, per anni, è stato una delle “colonne portanti” della Biblioteca civica.

Il sindaco Franco Artusio ne ha ricordato l’attenzione alla “povra gent”, l’assesssore alla cultura Giuliana Borsa ha lodato l’interesse x il pensiero filosofico, l’attenzione alle persone e all’ambiente, lo spirito coerente,  critico e razionale di Ferrero, che aveva ricoperto la carica di presidente onorario della Biblioteca guarenese.

Il vicesindaco Piero Rivetti ha ricordato le accese, ma sempre rispettose, discussioni che, grazie a Ferrero e al professor Fresia, animavano interi pomeriggi in Biblioteca.

Calorose attestazioni di stima sono giunte alla vedova presente in sala anche dalla minoranza consiliare. L’ex sindaco Carla Boffa ha ricordato di Ferrero l’instancabile sete di apprendere e gli ha rivolto un ringraziamento per «l’impegno amministrativo, politico e civile, che –  ha detto Boffa- rappresenta per noi è un esempio».

Il consigliere Emilio Cravanzola, assente nel momento della commemorazione, attraverso uno scritto letto in aula ha lodato dell’ex assessore i forti ideali, la capacità, l’operosità, la competenza e la disponibilità.

L’assessore Giuliana Borsa e il sindaco Franco Artusio mentre consegnano alla vedova di Ferrero, signora Maria, un mazzo di rose.

v.p.