Mondiali master ad Alba e Bra

WORLD MASTER GAMES Alba apre le porte alle gare di judo e karate nell’ambito dei World master games 2013, la più importante manifestazione sportiva mondiale over 35 che quest’anno ha come sede Torino. L’evento, ideato e promosso da Imga (International masters games association) si svolge ogni quattro anni e coinvolge tutti gli sportivi con più di 35 anni. L’Italia lo ospita per la prima volta coinvolgendo vari centri del Piemonte.

Ad Alba la cerimonia di apertura è prevista per sabato 3, alle 12, nella palestra del centro storico, in via Dalla Chiesa. A partire dal pomeriggio avranno inizio i campionati di judo maschile e femminile, individuali e a squadre, che si concluderanno il giorno successivo. I campionati di karate nelle discipline combattimenti (kumite) e forme (il cosiddetto kata) nelle categorie individuali, sono in programma invece lunedì 5 (maschile) e martedì 6 agosto (femminile), a partire dalle 8, nel medesimo impianto sportivo.

«La manifestazione», spiegano il sindaco Maurizio Marello e l’assessore allo sport Olindo Cervella, «si inserisce nel fitto programma di eventi che celebrano “Alba città europea dello sport 2013” e porterà effetti certamente positivi nel comparto turistico e ricettivo per tutto il mese di agosto». L’inaugurazione sarà preceduta dal convegno “Sport di combattimento, etica, educazione, benessere di judo e karate”, che si svolgerà alle 10 nella sala consiliare del municipio con l’intervento di Pierluigi Ascheri, docente alla Scuola di sport del Coni e da trent’anni direttore tecnico federale del karate.

Da sinistra: l’assessore allo sport Olindo Cervella, Bernardino Chiavola, del Comitato organizzatore, e il presidente del Judo club Alba Claudio Piazza.

Le gare coinvolgeranno circa seicento atleti con al seguito staff tecnico, familiari, amici e spettatori. Per l’occasione saranno allestiti una serie di stand con le eccellenze artigiane locali, sia in campo enogastronomico che turistico.

«La macchina organizzativa che lavora ininterrottamente da più di un anno, è pronta ad accogliere gli atleti provenienti da ogni parte del mondo», conclude il presidente del Judo club Alba, Claudio Piazza. «Si tratta di un evento prestigioso che farà passare alla storia la città di Alba».

Alessio Bottigliero

Hockey prato sotto la Zizzola

È sempre ora di giocare a hockey su prato a Bra. Il tempo di brindare al successo della Nazionale femminile, che domenica ha conquistato l’europeo B in Francia, col tecnico Massimo Lanzano e il portiere della Lorenzoni Sara Sorial, e la città della Zizzola passa ai preparativi per un altro grande evento. Da venerdì 2 a sabato 10 agosto i campi braidesi ospiteranno i World master games. Bra, insieme a Torino, è stata scelta come base privilegiata degli hockeisti. Tutte le finali verranno disputate all’impianto “Lorenzoni” di viale Madonna dei fiori. Il calendario è davvero fitto, con 34 partite in programma in appena 8 giorni (sabato 3 non si gioca): si inizia a giocare alle 10 e si finisce poco prima delle 20. A Bra ci saranno squadre maschili e femminili, divise per fasce di età (dai 35 ai 55 anni e oltre), con grande rappresentanza australiana e svizzera. Le finali sono in programma tutte domenica 10 agosto con i vincitori dei rispettivi gironi A e B a sfidarsi: alle ore 10 scendono in campo le donne +55, mentre chiudono le over 40.

La squadra australiana durante la cerimonia di inaugurazione

Gianluca Oddenino

Nel badminton tre albesi vanno a caccia della medaglia

Da sinistra: Antonio De Pasquale, Fabrizio Martino ed Ezio Bossati.

Tre albesi (Antonio De Pasquale, Ezio Bossati e Fabrizio Martino) parteciperanno nel badminton ai World masters games. Gli incontri si disputeranno a Torino dal 5 al 10 agosto; Bossati e De Pasquale, oltre ai singolari, parteciperanno insiemeal doppio, sognando unamedaglia che, dopo la brillante preparazione degli ultimi mesi, sembra raggiungibile. Molto competitivo nel singolare anche Martino, che spera di cogliere qualcosa di importante. I giocatori iscritti provengono da ogni parte del mondo, ma a preoccupare gli albesi sono soprattutto i cinesi, gli inglesi e i danesi. Nei gironi di singolare, sorteggio favorevole per Fabrizio Martino, mentre sono stati meno fortunati Ezio Bossati e Antonio De Pasquale, che dovranno affrontare il girone con più iscritti nei singolari. Più agevole pare invece il meccanismo di qualificazione nei doppi.