Posti a rischio alla DIAGEO

CINZANO «Speriamo di trovare una soluzione nella riunione che si terrà il 19 luglio, altrimenti potrebbero esserci dei posti di lavoro in bilico». A parlare è il sindacalista Giuseppe Meineri dell’UilaUil che sta gestendo la situazione Diageo. La multinazionale estera specializzata nella produzione di bevande alcoliche, sta operando una ristrutturazione aziendale che investirà anche lo stabilimento di Santa Vittoria. «La ditta ci ha comunicato che la spesa attuale dei costi gestionali deve essere diminuita di 6 milioni di euro per rimanere competitivi », ha aggiunto Meineri, «soldi che vanno tagliati, mediante riorganizzazioni delle produzioni e costo dei dipendenti a tutti i livelli». Il sindacalista continua dicendo che l’azienda operando al 50% all’estero (Inghilterra) deve cercare di contenere i costi al fine di preservare una competitività necessaria a conservare sul suolo di Santa Vittoria lo stabilimento, ex sede storica della Cinzano. «Una via di uscita potrebbe essere la diminuzione dei contratti stagionali e il taglio di bonus a stipendi dirigenziali», conclude Meineri, «altrimenti il calcolo meramente matematico e trasversale comprenderebbe l’esclusione di trenta lavoratori dal sito produttivo. Il 19 incontreremo l’azienda cercando soluzioni valide per il rilancio della ditta».

Cristian Borello