Gazzetta d'Alba – Dal 1882 il settimanale di Alba, Langhe e Roero

Tromba d’aria in Valle Bormida: la <i>Cassa di risparmio di Asti</i> stanzia 10 milioni

VALLE BORMIDA Un plafond di 10 milioni di euro: è la risposta della banca Cassa di risparmio di Asti agli eventi calamitosi che hanno interessato diverse zone del Piemonte e della Lombardia nella giornata di lunedì 29 luglio. «Le precipitazioni e la tromba d’aria», spiega Enrico Borgo, direttore della sezione “mercato” della Cassa di risparmio di Asti, «hanno messo a dura prova i residenti delle zone più colpite, con grossi danni ad abitazioni, capannoni, coltivazioni e produzioni. Vogliamo essere di supporto ai nostri clienti nel ripristino delle strutture danneggiate». «Le nostre filiali», prosegue Borgo, «sono a disposizione per valutare insieme al cliente l’autocertificazione dei danni subiti, i preventivi di spesa, i rischi e le condizioni di credito, proponendo in tempi rapidi la soluzione migliore a condizioni vantaggiose».

Ha aggiunto il direttore generale Carlo Demartini.«L’intervento della nostra Banca rappresenta un doveroso segnale di attenzione al territorio. Il nostro dovere è essere presenti nella vita delle persone nei momenti importanti, sia in quelli positivi sia in quelli di difficoltà, che richiedono, come in questo caso, risposte concrete».

Per leggere l’articolo e vedere le foto sulla violenta tromba d’aira che ha colpito la Valle Bormida clicca QUI