Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

I Sindaci in tenda per bloccare il trasloco del Tribunale di Alba

ALBA I Sindaci di Langhe e Roero, capitananti dal primo cittadino di Alba Maurizio Marello, lunedì 2 settembre hanno bloccato per buona parte della giornata l’uscita del primo camion al lavoro per il trasloco del Tribunale di Alba verso Asti, previsto dal decreto legislativo per la revisione della geografia giudiziaria italiana che stabilisce l’accorpamento del foro albese a quello astigiano a partire dal prossimo 13 settembre.

I Sindaci, in presidio da giorni davanti al Tribunale albese, non potendo fermare le operazioni di sgombero all’interno della struttura, hanno inizialmente bloccato il camion carico dei documenti d’archivio della Procura ostruendo il passaggio con la propria pacifica presenza, poi, più tardi, hanno deciso di deporre sul tratto stradale all’uscita del Tribunale le fasce tricolori in segno di ferma protesta.

«Riteniamo quest’operazione inopportuna e inutile – ha spiegato il sindaco di Alba Maurizio Marello – Avevamo chiesto la sospensione del trasloco fino a giovedì 5 settembre, perché mercoledì 4 andremo a Roma per incontrare il ministro della Giustizia Anna Maria Cancellieri per chiedere con forza la salvezza del Tribunale di Alba. Continuiamo la nostra battaglia, non ci vogliamo arrendere. Poiché siamo persone che lottano quotidianamente e lo fanno nel rispetto della legge, abbiamo deposto le nostre fasce simbolo delle nostre comunità i cui diritti oggi vengono calpestati. Speriamo mercoledì di tornare da Roma con una notizia positiva e di poter riprendere queste fasce e rimetterle sulle nostre spalle con la schiena dritta come abbiamo sempre fatto in questi anni».

Dopo alcune ore di attesa, non essendo arrivata la comunicazione di sospensione del trasloco, il camion della Procura del Tribunale di Alba è partito scavalcando marciapiedi e aiuole esterne al foro edificato nel 1989. Nonostante ciò, i Sindaci non si arrendono. Il presidio continua anche nella notte di lunedì 2 settembre davanti al Tribunale, dove i Sindaci hanno montato una tenda.

Per leggere gli altri articoli sulla vicenda del Tribunale di Alba clicca QUI.