<i>Sito</i> chiude anche in Polonia

MONTICELLO  Si delineano scenari drammatici per la Sito di Monticello, i cui dipendenti hanno incrociato le braccia davanti ai cancelli dell’azienda ieri mattina, giovedì 26 settembre. Nel corso della manifestazione, è stata confermata la notizia che il distaccamento polacco della Sito, dove era concentrata una buona parte della produzione dei prodotti, sarà liquidato e smantellato nelle settimane a venire.

«La situazione che si è delineata in Polonia ci sta facendo pensare che la crisi che stiamo vivendo sia peggiore di quello che immaginiamo. Spererei di no ma ci troviamo di fronte a una situazione irreversibile, dove i lavoratori, nei giorni scorsi, sono stati sospesi adoperando un regime di ferie forzate. Questo è il tragico epilogo dopo la cassa integrazione in deroga e quella straordinaria, con rischi per l’intero patrimonio industriale e occupazionale», ha dichiarato Angelo Mangino della Fim Cisl. Nel corso della riunione tra sindacati e dirigenza dell’azienda sono stati evidenziati i tre sconfortanti scenari che si delineano per i lavoratori dello stabilimento monticellese.

Sul prossimo numero di Gazzetta, in edicola martedì 1° ottobre, tutti i dettagli e gli aggiornamenti.

Cristian Borello