Gazzetta d'Alba – Dal 1882 il settimanale di Alba, Langhe e Roero

Alla cordata di <i>Bra Servizi</i> l’appalto per i rifiuti albesi e braidesi

Si chiude, forse in maniera definitiva, la querelle legata al servizio di raccolta rifiuti nei 55 Comuni albesi e braidesi aderenti al consorzio Coabser. Il Consiglio di Stato ha respinto il ricorso presentato dalla cordata sconfitta nella gara del marzo 2013 – composta da Stirano-Aimeri – dando di conseguenza il via libera all’Ati Cooplat-Bra Servizi-De Vizia transfer.

L’inizio del servizio – svolto in proroga dalla stessa Stirano-Aimeri – è previsto per febbraio 2014, con quasi un anno di ritardo rispetto alle attese del Coabser. L’impegno del patron di Bra Servizi Giuseppe Piumatti, più volte sentito da Gazzetta in questi mesi convulsi di ricorsi e contro ricorsi, resta «miglioramento del porta a porta con passaggi più frequenti, acquisto di nuovi autocarri e spazzatrici a basso impatto ambientale e possibilità di nuove assunzioni». Il presidente di Stirano Marco Perosino ha commentato: «Prendiamo atto della decisione del Consiglio di Stato; siamo già al lavoro per diversificare la nostra attività e per cercare nuove alleanze. Non è escluso che in futuro si possa anche collaborare con l’Ati vincitrice dell’appalto».
L’articolo completo sul numero di Gazzetta in edicola martedì 22 ottobre.

Marcello Pasquero