Basta piangere: Cazzullo presenta il suo libro alla Banca d’Alba

«Questa è l’unica Italia che abbiamo. Criticarla è giusto; si critica quel che si ama. Ma non possiamo gettarla via. Possiamo renderla migliore, un poco alla volta, ognuno per la sua parte. Senza piagnucolare, però: compiangerci non serve a nulla. Basta piangere». (A. Cazzullo, “Basta piangere!”)

ALBA  Il Palazzo della Banca d’Alba (via Cavour 4, Alba) ospiterà, martedì 29 ottobre alle 20.45, la presentazione dell’ultimo libro del noto scrittore e giornalista albese Aldo Cazzullo.

Il libro, dal titolo “Basta piangere!”, racconta storie sulla caparbietà delle generazioni passate (i nostri genitori e prima di loro i nostri nonni) che senza l’ausilio della tecnologia e con grande tenacia e fiducia hanno saputo reagire nei momenti difficili e rilanciare l’economia, senza mai lamentarsi.

Nei giorni precedenti Aldo Cazzullo, giornalista albese del Corriere della sera, sarà ospite di tre serate per promuovere l’uscita del suo nuovo libro, intitolato Basta piangere!-Storie da un’Italia che non si lamentava.

Il tour inizierà a Dogliani, venerdì 25 ottobre alle 21 nella biblioteca Luigi Einaudi. Il saggio propone un punto di vista sugli italiani, i giovani in particolare, alle prese con la crisi economica, la precarietà e l’incertezza nel futuro. La memoria storica insegna però che altre sono state le stagioni difficili che hanno attraversato il Paese, dal dopoguerra, alla crisi petrolifera fino all’inflazione a doppia cifra dell’inizio degli anni Ottanta. Periodi certamente diversi ma in cui si è imposta la forza d’animo degli italiani; ed è proprio guardando alla caparbietà, alla speranza di genitori e nonni che si impone il “basta piangere” del titolo.

 Sabato 26, alle 18, Cazzullo sarà alle cantine Ceretto, nella tenuta Monsordo-Bernardina.

Domenica 27 ottobre, alle 17.30, nella chiesa di San Bernardino a Sommariva Perno, la firma del Corriere sarà ospite del centro culturale San Bernardino. «L’autore, autorevole e ormai consacrato a livello nazionale e internazionale», dice Andrea Cane, presidente di San Bernardino, «sarà nuovamente nostro ospite e affronterà, con Gian Mario Ricciardi, redattore capo del telegiornale Rai 3 Piemonte, e con il sottoscritto, temi scottanti del panorama politico, economico e sociale dell’Italia contemporanea».