Tribunale di Alba, oggi la Commissione giustizia della Camera decide sul ripristino

ALBA È convocata per le 13.30 di quest’oggi (mercoledì 4 dicembre), a Roma, la Commissione giustizia della Camera, che – dopo il passaggio presso l’omologa Commissione del Senato, avvenuto ieri, con l’approvazione arrivata a fine seduta – sarà chiamata a dare il proprio parere sul decreto relativo alla riforma della geografia giudiziaria, che di fatto prevede, fra gli altri, il ripristino per il Tribunale di Alba.

«L’approvazione arrivata ieri è frutto dell’incontro preparatorio avvenuto lo scorso giovedì 28 novembre al Senato, al quale abbiamo partecipato insieme alle delegazioni degli ormai noti otto Tribunali»,  dichiarano i deputati albesi Mariano Rabino e Giovanni Monchiero, che avevano accompagnato la delegazione albese formata dal sindaco albese Maurizio Marello e dai rappresentanti degli avvocati del Foro di Alba Gian Carlo Bongioanni e Teodoro Bubbio. «Il documento licenziato giovedì scorso, ieri approvato in Commissione al Senato, passerà ora al vaglio della Camera, dove vigileremo perché, immutato, ottenga un nuovo parere favorevole. Se tutte le forze politiche faranno la propria parte, e cioè confermeranno lo stesso medesimo provvedimento uscito dal Senato, superando divisioni e particolarismi interni, finalmente potremo parlare di ripristino per il Tribunale di Alba».

 

Martedì il documento è stato approvato dal Senato

Come riferisce la Regione, nella giornata di martedì 3 dicembre, la Commissione giustizia del Senato ha approvato il parere sul decreto relativo alla nuova geografia giudiziaria, chiedendo di fatto il ripristino dei tribunali di Alba e Pinerolo. «Ho appreso dal senatore Malan il parere favorevole espresso dalla Commissione giustizia del Senato al ripristino del Tribunale di Alba – commenta l’assessore regionale Alberto Cirio – Dal momento che, nell’audizione organizzata nei mesi scorsi presso il Ministero con i sindaci e i rappresentanti di Langhe e Roero, il ministro Cancellieri si era formalmente impegnata a salvare ciò che il Parlamento le avrebbe indicato, ci aspettiamo, adesso, che alle parole seguano i fatti e che il Guardasigilli mantenga la promessa».

Il presidio dei sindaci organizzato nei mesi scorsi per salvare il Tribunale di Alba

Secondo le informazioni provenienti dagli uffici regionali, il documento varato dalla Commissione del Senato prevede l’istituzione di una sede distaccata per quei Comuni che hanno perso completamente il proprio palazzo di giustizia, come Acqui Terme, Casale Monferrato, Mondovì, Saluzzo e Tortona, e altre razionalizzazioni quali l’accorpamento a Pinerolo di parte del territorio delle ex sezioni di Moncalieri e Susa, lo spostamento di Casale Monferrato su Vercelli e di Chivasso su Torino.