Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

Atletica: in 1.100 alla Nove miglia che torna a parlare italiano

BRA Il record assoluto di partecipanti e una doppietta italiana che mancava dal 1999. La 24ª Nove miglia di Bra può festeggiare un’edizione storica per il successo di partecipanti e il prestigio di una vittoria tricolore a livello maschile e femminile dopo 15 anni (quando Crepaldi e Viceconte furono primi insieme). Domenica scorsa oltre 1.100 atleti si sono presentati in corso Garibaldi per la corsa di 15,4 chilometri che ormai attira appassionati da tutto in Nord-ovest. Sotto la Zizzola erano rappresentanti ben 111 club, con il Gs Ferrero di Alba tra i più numerosi (98 classificati), mentre un centinaio di persone ha preso parte alla non competitiva. La soddisfazione tra gli organizzatori dell’Atletica Avis Bra gas era enorme e fa niente se il tempo record resiste ancora nel tempo: ormai la vera sfida è superarsi anno dopo anno come partecipanti. E così, dopo i 980 del 2013, ecco crollare il muro dei mille iscritti.

[ngg_images gallery_ids=”246″ display_type=”photocrati-nextgen_basic_thumbnails”]

Il più veloce di tutti sul tradizionale percorso che abbraccia il centro storico braidese e le sue frazioni, alla fine, è stato Stefano Guidotti Icardi (Cus Torino), vice campione italiano sui 1.500 metri in pista, che ha chiuso in 48’09” su un terreno non suo e ha staccato di 11 secondi Abdelhadi Laaouina (Podistica tranese). Il marocchino ha regolato allo sprint un terzetto formato da Khalid Ghallab (Gruppo Città di Genova) e dal cuneese Martin Dematteis (Podistica Val Varaita). Quinto in 49’23” Lhoussaine Oukhrid (Atletica Palzola), vincitore lo scorso anno. Ottima prova per Massimo Galliano (Gs Roata Chiusani) che ha chiuso al sesto posto complessivo in 49’26” e ha trionfato nella categoria master (40-49 anni). Andrea Audisio dell’Atletica Alba (ventesimo in 53’26”) è il primo atleta albese classificatosi, mentre Paolo Testa (29° in 55’01”) è il primo dei braidesi come portacolori dell’Atletica Avis Bra gas.

A livello femminile il successo è andato a Valentina Menonna (Gs Splendor Cossato), che in 57’33” ha preceduto di 13 secondi Khadija Arafi (Città di Genova), mentre la cheraschese Romina Cavallera (Roata Chiusani) ha chiuso al terzo posto in 58’05” bissando il risultato dello scorso anno. Le prime tre sono andate subito in fuga e non sono state più riprese.

I tempi sono stati alti rispetto al passato, anche recente, ma per la maggior parte degli iscritti alla Nove miglia l’obiettivo era divertirsi migliorando il proprio personale o completare i 15,4 km del percorso. L’ultimo a tagliare il traguardo (829°) è stato Piergiusto Ferrero (Gpa Mokafe) in 2 ore 4’06”. Anche lui ha vinto la sua Nove miglia.
 Gianluca Oddenino