Jazz&co.: Sanguineti e Collina in concerto questa sera

ALBA Prenderà il via ad Alba giovedì 13 marzo la prima edizione della mini rassegna Jazz&Co., organizzata dall’Associazione Milleunanota in collaborazione con il Centro culturale San Giuseppe, con la direzione artistica di Filippo Cosentino. I primi a salire sul palco saranno Giovanni Sanguineti e Alessandro Collina, ovvero il Jazzmates Duo.

Sanguineti e Collina hanno inziato a suonare regolarmente insieme nel 2008, quando con il sassofonista Stefano Guazzo hanno dato vita al programma di concerti di un noto ristorante genovese: il trio rimase stabile per diversi mesi, suonando praticamente tutte le sere. Pur portando avanti ognuno altri progetti, iniziarono così a collaborare accompagnando solisti di grosso calibro. In particolare fanno parte del Grant Stewart Quartet, e dal 2010 sono stati chiamati a formare un trio da Philippe Petrucciani, fratello di Michel, con cui si esibiscono a tutt’oggi in tutta Italia e all’estero con la musica “Made in Petrucciani”, cioè ciò che Michel e i suoi fratelli Philippe e Luis hanno composto insieme ed erano soliti suonare insieme.  Nel concerto di giovedì 13 marzo si potranno ascoltare pezzi provenienti da queste esperienze: standard jazz ma anche brani del repertorio di Petrucciani e originali tratti dai dischi di Sanguineti e Collina. Proprio Sanguineti ha risposto in anteprima ad alcune domande.

Giovanni, cosa si deve aspettare chi verrà al concerto?

«Un’ora di swing fatto al meglio delle nostre capacità e gusti: niente di troppo sperimentale ma nemmeno di prevedibile al tempo stesso. E poi nemmeno noi sappiamo con esattezza cosa succederà!».

Qual è l’aspetto più bello del suonare dal vivo in rassegne come questa?

«Le piccole cornici, i luoghi più intimi sono personalmente i miei preferiti, ma credo sia così anche per gli altri proprio perché il rapporto del pubblico con i musicisti è più diretto. Si vedono le espressioni del viso, la goccia di sudore, il richiamo agli altri musicisti e l’immediata reazione del pubblico, nel bene e nel male. Lo spazio grande è bello lo stesso, intendiamoci, ma a mio parere perde dell’intimità propria del jazz».

Qual è oggi lo stato del jazz secondo te?

«A mio parere oggi il jazz è fin troppo inflazionato e congestionato dai tanti, troppi, avventurieri del mestiere: non basta saper suonare, avere un pezzo di carta in mano, per essere dei musicisti. Molti sono bravi strumentisti ma il musicista di jazz soprattutto è altro. C’è molta meno gavetta dei nostri primi anni di mestiere; i metodi, le lezioni, si sprecano ma non c’è un reale insegnamento all’espressione, all’ascolto, marchi tipici di chi ha fatto la classica gavetta. Le rassegne come questa, visto che sono precedute anche da incontri con studenti, riescono ad essere piacevoli e utili, unendo didattica reale e didattica “sul campo” per vedere chiaramente la teoria messa all’opera a favore della musica e non della mera esecuzione tecnica, nella quale ho sempre creduto poco».

  Il concerto del Jazzmates Duo è fissato per giovedì 13 marzo alle 21 nella chiesa di San Giuseppe in via Vernazza 6 ad Alba; alle 17.30 Giovanni Sanguineti terrà un seminario gratuito e aperto a tutti presso l’Associazione Milleunanota in via Bertero 10.

I biglietti per i concerti saranno disponibili la sera dei concerti oppure si possono acquistare in prevendita presso Associazione Milleunanota, via Bertero 10,  Centro culturale San Giuseppe, via Vernazza 6, e Consorzio turistico Langhe Monferrato Roero, piazza Duomo. Si possono anche prenotare scrivendo a milleunanota.alba@libero.it o telefonando al numero 334-78.67.028.

I successivi appuntamenti della rassegna sono fissati per giovedì 20 e giovedì 27 marzo, con l’evento Translated Jazz in cui i docenti dell’Associazione Milleunanota proporranno il “songbook travestito”, e “Filippo Cosentino meets Paolo Porta”, in cui il chitarrista albese sarà affiancato da uno dei saxofonisti più affermati del panorama musicale jazzistico. .Il programma completo della rassegna è sul sito milleunanota.weebly.com e sulla pagina Facebook www.facebook.com/JazzAndCoAlba.

c.d.p.