Al Palazzo comunale di Alba esposti Il suonatore di tiorba e il Concerto

ALBA Fino a domenica 7 settembre il Palazzo comunale di Alba ospita Il suonatore di tiorba di Antiveduto Gramatica. L’opera della Galleria Sabauda di Torino – attualmente chiusa per il trasloco nella nuova sede di Palazzo Reale –  è nella capitale delle Langhe nell’ambito dell’iniziativa “La Sabauda in tour per le città: proiezioni, esperimenti e verifiche sul territorio”, un progetto promosso dalla Direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici del Piemonte e dalla Soprintendenza per i beni storici, artistici ed etnoantropologici del Piemonte. Ideato dalla soprintendente Edith Gabrielli con il coordinamento della direttrice della Galleria sabauda Anna Maria Bava, in accordo con le amministrazioni comunali e con il sostegno della Compagnia di San Paolo, l’evento coinvolge oltre a Torino tredici città della regione: Alba, Alessandria, Asti, Biella, Casale Monferrato, Cuneo, Domodossola, Ivrea, Novara, Saluzzo, Varallo Sesia, Verbania e Vercelli.

Ad Alba l’esposizione è stata inaugurata giovedì 29 maggio alla presenza del sindaco Maurizio Marello e dell’ex assessore alla Cultura Paola Farinetti. L’opera di Antiveduto Gramatica è stata accolta nella sala della Resistenza e accostata  ad un altro quadro di altissimo valore artistico di proprietà del Comune di Alba, abitualmente collocato nella sala Consiglio del Palazzo comunale, ovvero il Concerto di Mattia Preti (1630 circa) per una visita con “due caravaggeschi a confronto”.

Le opere sono visitabili durante l’orario di apertura del Palazzo comunale in piazza Risorgimento 1, sala della Resistenza – primo piano. Martedì e mercoledì: dalle 8.30  alle 12.30; giovedì: dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 16.30; venerdì: dalle 8.30  alle 12.30; sabato: dalle 8.30  alle 12 e dalle 15 alle ore 18; Domenica dalle ore 15 alle ore 18. Sabato e domenica pomeriggio l’apertura è a cura dei “nonni civici”.