Contributi regionali per gli scuolabus dei comuni montani

TORINO Nei giorni scorsi è stata approvata la determina regionale che assegna, per il 2014, 800 mila euro per l’acquisto e la manutenzione di scuolabus per i comuni montani e parzialmente montani. Il contributo, prevede la Regione, metterà in moto un totale di quasi 2 milioni di euro che andranno a rinnovare il parco mezzi degli enti locali montani piemontesi .

Sono 46 i comuni sabaudi che beneficeranno del contributo a fronte di 77 domande ammesse all’istruttoria. La maggior parte dei beneficiari sono piccoli comuni di montagna. Il bando proposto prevedeva delle significative premialità, tra le quali l’altimetria del Comune, l’uso promiscuo socio-assistenziale nonché la vetustà del mezzo da cambiare. Il criterio che infine assegnava il maggior numero di punti era legato ai chilometri giornalieri percorsi dal mezzo per raggiungere il plesso scolastico.

«Il nostro impegno», afferma l’assessore regionale alla montagna Alberto Valmaggia, «va al sostegno dei piccoli comuni montani affinché i bambini abbiano mezzi adeguati per raggiungere in sicurezza le scuole, consci del fatto che queste piccole realtà locali, da sole, non potrebbero affrontare spese così significative. Insieme ai circa 600 mila euro che la Regione spenderà a sostegno delle scuole montane, questo nuovo contributo sottolinea il nostro interesse perché la montagna possa essere, sempre di più, un territorio da vivere grazie ai servizi resi ai bambini e alle loro famiglie».