Tennis tavolo: i risultati dell’Open del tartufo

ALBA Si è tenuto ad Alba, al centro sportivo Böblingen, sabato 20 e domenica 21 settembre, il torneo open “Fiera del tartufo”, giunto alla sua venticinquesima edizione, a cui hanno partecipato più di 150 atleti provenienti da Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria, Lombardia e Emilia Romagna.

Alle 15 di sabato è stata la volta del doppio maschile di 5ª categoria, vinto dalla coppia Pierangelo Ferrario e Antonio Venturo del Tt Varese che ha superato in finale la coppia Giacomo Peratti-Claudio Rossini dell’Amatori San Fruttuoso Genova. A seguire gli atleti si sono confrontati nel singolo di 5ª categoria, che ha visto vincitore Andrea Tosetti del Gstt San Salvatore Monferrato; secondo posto per Giacomo Peratti già sul podio nel doppio.

Domenica 21 è toccato al femminile, che nella 4ª categoria ha visto trionfare l’atleta del Toirano Valentina Roncallo sull’altra ligure Stella Frisone (Savona); nella 3ª categoria primo posto per Angela Alessandrini (Auxilium Cuneo) e secondo per Carmela Castro (Torino).
Nelle gare maschili della domenica, il singolo di 4ª categoria è stato vinto dal francese Benjamin La Porte (Auxilium Fossano), secondo posto per Stefano Assone (Gasp Moncalieri). Nel doppio di 3ª categoria ha vinto la coppia del Gasp Maurizio Bettiol-Jorge Schmitz; secondi i giovani Mattia Foglia (albese tesserato per l’A4 Verzuolo) e Luca Palmarucci. Nel singolare della stessa categoria il vincitore è stato  (Ances Novate), che ha battuto in finale Giulio Olivero (Torino).

Per le premiazioni sono intervenut il presidente regionale della Fitet Paolo Lentini e Claudio Tibaldi, consigliere delegato allo sport del comune di Alba: «Una lodevole iniziativa – dichiara il Consigliere delegato allo sport Claudio Tibaldi – che l’Asd Tennis tavolo Alba ha saputo egregiamente preparare in città, portando in campo atleti di livello significativo per una due giorni di intense sfide, ma sempre all’insegna di un altissimo senso sportivo dove i rappresentanti albesi si sono come al solito ben distinti».