Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

Alba, modifiche alla viabilità per la Fiera del tartufo

ALBA Il Comune di Alba comunica alcune modifiche temporanee alla viabilità legate all’84.a Fiera del tartufo.

  • sabato 18 ottobre, dalle 14 alle 18

– divieto di circolazione veicolare e di sosta con rimozione forzata in piazza San Paolo;

– divieto di circolazione veicolare in via Anna Rosso (escluso residenti e attività insediate), in occasione del concorso Miss Eleganza;

  • domenica 19 ottobre, dalle 8 alle 12

– divieto di sosta con rimozione forzata in piazza Rossetti per esposizione auto storiche;

  • Inoltre, in occasione de “Il Baccanale del tartufo” e de “Il Borgo si rievoca” in programma per sabato 18 e domenica 19 ottobre è previsto il

– divieto di sosta con rimozione forzata e il divieto di transito veicolare

dalle 5 di sabato 18 ottobre alle 24 di domenica 19 ottobre in piazza Risorgimento – via Cavour – piazza Rossetti – via Vida (tratto compreso tra via Coppa e piazza Rossetti) – via Coppa – via Calissano – via Accademia (civico 4) – piazza Falcone – piazza Pertinace – via Toppino – via Cerrato – piazza San Francesco – piazza Garibaldi – via Cuneo. Nelle suddette zone vigerà il doppio senso di circolazione per i soli residenti e le attività insediate;

 Ancora

  • sabato 18 ottobre dalle 6 alle 15

– divieto di circolazione e di sosta con rimozione forzata, in piazza Marconi e piazza Cagnasso (davanti ai numeri civici dall’1 al 3);

– inversione del senso di marcia della salita Marconi con senso unico da piazza Marconi verso corso Nino Bixio (con esclusione degli ambulanti su area pubblica che partecipano al mercato);

– divieto di circolazione in via Vernazza, nel tratto compreso tra via Bosio e piazza Marconi, con esclusione dei residenti e attività insediate;

Inoltre,  per l’evento “Raccontare l’artigianato – I metalli”

  • dalla mezzanotte di lunedì 20 ottobre alla mezzanotte di martedì 4 novembre

– divieto di sosta con rimozione forzata in piazza Falcone per il montaggio, la permanenza e lo smontaggio del padiglione di Confartigianato.