Alberto Cirio a Dogliani per parlare di finanziamenti europei

DOGLIANI Vertice a Dogliani, nei giorni scorsi, con l’europarlamentare Alberto Cirio, che ha incontrato la nuova Giunta comunale guidata dal sindaco Franco Paruzzo per discutere di fondi europei e della possibilità di accedere ai filoni di finanziamento destinati dall’Europa allo sviluppo locale dei territori. All’incontro hanno partecipato anche il vicesindaco Alessandro Gallo, gli assessori al turismo, Federica Abbona, e alle attività sociali e politiche, Modesto Stralla, e il consigliere regionale Franco Graglia.

Tra i focus principali la sanità, con l’intenzione di valorizzare l’ospedale di Dogliani come centro specialistico tra le eccellenze del sistema sanitario piemontese, un’opportunità che verrà discussa nelle prossime settimane a Torino con l’assessore alla sanità della Regione Piemonte, Antonio Saitta.
Si è parlato anche di edilizia e in particolare di un progetto ambizioso della nuova Amministrazione comunale per la costruzione di un centro polivalente da destinare a sport, eventi, manifestazioni e in generale a luogo d’incontro e aggregazione per le associazioni locali e i cittadini di Dogliani, progetto su cui Cirio si attiverà nella ricerca di fondi europei. È stato inoltre programmato, entro l’anno, un convegno con gli operatori del settore turistico per valutare strategie di rilancio e modalità di reperimento risorse, sia da parte dell’Europa attraverso una partecipazione attiva del Comune all’Expo 2015, che aderendo a strutture a partecipazione regionale come ad esempio il Gal, di cui Alberto Cirio è anche presidente, che metterà a disposizione del territorio 4 milioni di euro da investire su turismo rurale.
Il commento dell’europarlamentare Cirio: «I temi di cui abbiamo discusso sono tanti e credo che dall’Europa possa arrivare un sostegno importante, se saremo in grado di sfruttare tutti gli strumenti, in particolare quelli economici, che ci vengono messi a disposizione. Non è pensabile, come purtroppo è accaduto fino a oggi, che l’Italia dia all’Europa più di quanto riceve. Né che la metà dei soldi a noi destinati vengano restituiti. Il mio impegno quotidiano sarà proprio in questa direzione, dando tutto il supporto possibile ai Comuni, agli imprenditori e al nostro territorio».
Le parole del sindaco Franco Paruzzo: «Vogliamo valorizzare tutte le nostre eccellenze, il vino, la carne, le nocciole, il miele, rendendo il nostro Comune capofila di un territorio che parte dal Monregalese e dal bollito di Carrù, unendo la tuma di Murazzano, la zucca di Piozzo e naturalmente il Dogliani. Tutti i progetti di cui abbiamo discusso sono in linea con questo scopo e a novembre saremo a Bruxelles, accompagnati da Cirio, per capire come ottenere fondi europei che ci aiutino a realizzarli».