Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

Alluvione, 20 anni dalla tragedia che sconvolse Langhe e Roero

ALBA Sono trascorsi vent’anni dal quel novembre del 1994, quando una fortissima ondata di maltempo seminò morte e disperazione in Piemonte. L’alluvione che colpì in particolar modo il bacino del Tanaro e il Basso Po causò 70 morti e lasciò senza casa oltre 2 mila persone. Un’immane tragedia che ha segnato un punto di svolta nella gestione idrogeologica del territorio: in vent’anni l’Aipo (ex Magistrato per il Po), ente competente sulla gran parte dei tratti fluviali sabaudi, ha investito, in opere strutturali e in lavori di pulizia e manutenzione, qualcosa come 787 milioni di euro, mentre ad Alba per mitigare il rischio idrogeologico sono stati messi in campo 35 milioni di euro. Interventi importanti che però non possono dirsi conclusi. Di questo si parlerà nel prossimo numero di Gazzetta d’Alba, disponibile in formato digitale e in edicola a partire da martedì 4 novembre, dove troveranno spazio anche i racconti di chi ha vissuto quei momenti tragici in prima persona. Il tutto accompagnato dalle drammatiche foto dell’epoca, che proponiamo qui di seguito in una galleria fotografica esclusiva.