Chris Bangle: una maxi panchina sotto ‘l Torion

VEZZA Chris Bangle ha un sorriso aperto che ispira simpatia. Parla con entusiasmo delle sue panchine, del loro significato, del messaggio che devono portare. Le panchine, enormi, colorate non solo offrono possibilità di riposo, di un momento di relax per ammirare un paesaggio o un tramonto. La loro realizzazione deve essere un’occasione socializzante, come nel caso della panchina di Vezza, realizzata dai soci dell’associazione ’L Torion. L’idea di avere anche a Vezza una delle famose panchine di Chris Bangle è venuta ai soci dell’associazione che hanno unito passione, risorse e lavoro per la costruzione e la posa.
Per la panchina bianca di Vezza Chris Bangle ha attraversato il Tanaro, essendo la prima collocata nel Roero dopo le sei installate in terra di Langa. La prima (rossa), l’autore l’ha voluta a casa sua, nella frazione Gorrea di Clavesana; ne è seguita una viola bicolore a Farigliano, una gialla nella borgata Palazzetto di Clavesana e una blu in frazione Sbaranzo; una giallo oro è stata installata a Carrù e una rosa ad Alba (Santa Rosalia).
Chris Bangle, nato negli Stati Uniti nel 1956, frequenta l’Università del Wisconsin e si diploma all’Art center college of design di Pasadena. Inizia la sua carriera alla Opel nel 1981 e, quattro anni dopo, arriva alla Fiat, dove resta fino al 1992. Nei suoi anni piemontesi frequenta spesso le Langhe. Dal 1992 al 2009 è direttore del design del gruppo Bmw ma, nonostante venga definito il miglior designer dell’industria automobilistica mondiale e il più influente della sua generazione, Bangle decide di lasciare il campo automobilistico.
Dopo cinque anni di meticolose ricerche, con la moglie Catherine ha trovato a Clavesana quello che cercava: una casa da ristrutturare, non troppo distante da Torino, immersa nei vigneti, con vista sulle Alpi. Nella sua casa ha fondato la Chris Bangle associates dove guida un team di designer, ingegneri e artigiani per realizzare progetti che gli vengono richiesti da ogni parte del mondo nei campi più disparati, dall’elettronica ai mobili, dall’illuminazione al settore automobilistico.
Maresita Brandino