Alberto Cirio inviato dall’Unione europea per monitorare le elezioni in Moldavia

ALBA Prima missione ufficiale per Alberto Cirio come neopresidente della Commissione per l’integrazione economica di Euronest, l’assemblea permanente del Parlamento europeo che cura i rapporti tra l’Ue e l’Europa Orientale, in particolare Ucraina, Bielorussia, Armenia, Azerbaigian, Georgia e Moldavia. Proprio in Moldavia, in occasione delle elezioni politiche di domenica 30 novembre, l’Unione europea ha inviato una squadra di sette deputati per monitorare la correttezza e il rispetto dei principi democratici delle varie fasi elettorali. Domenica 30 novembre è in programma l’incontro con il presidente della Repubblica moldava, Nicolae Timofti.

«L’Europa sostiene con investimenti anche importanti la crescita della Moldavia – spiega Alberto Cirio, unico europarlamentare italiano coinvolto nella missione -. In cambio riceve un’amicizia politica strategica, perché parliamo di un paese che confina con la Russia e l’Ucraina, ma anche l’impegno del governo moldavo per una crescita interna della democrazia. Un obiettivo che passa, necessariamente, attraverso elezioni democratiche. Noi vigileremo proprio su questo, con un monitoraggio dei seggi per verificare le operazioni di voto e, poi, con la partecipazione alle operazioni di scrutinio»