Gioco d’azzardo e minorenni: campagna di prevenzione a Torino

TORINO Sabato 13 e domenica 14 dicembre Torino ospiterà la campagna informativa “18+”, realizzata in collaborazione con il Moige (Movimento italiano genitori) e la Fit (Federazione italiana tabaccai) per illustrare gli interventi realizzati negli anni attraverso il programma di gioco responsabile di Lottomatica, incentrati sulla prevenzione del gioco minorile, del gioco problematico e per la tutela dei giocatori contro i rischi connessi a un approccio scorretto al gioco.

«La quarta edizione della Campagna “18+” vuole essere un’ulteriore testimonianza dell’impegno costante di Lottomatica in tema di gioco responsabile e della volontà di trovare insieme soluzioni concrete e condivise per una maggiore tutela dei giocatori e dei minori, dove tutti sono chiamati a fare la loro parte sul terreno comune della legalità: concessionari, associazioni di categoria, associazioni per la tutela dei minori, come sempre in stretta collaborazione con il Regolatore», ha affermato Fabio Cairoli, direttore generale di Gtech-Lottomatica.

In piazza Vittorio Veneto verrà realizzato uno stand all’interno del quale i visitatori possono effettuare un corso interattivo su pc, seguito da due test attraverso i quali è possibile valutare la conoscenza sul tema del divieto ai minori e la presenza di eventuali comportamenti problematici nei confronti del gioco da parte dei genitori.

«I minori non devono giocare e i genitori devono educare i propri figli a non farlo, evitando di compiere, in loro presenza, azioni di partecipazione al gioco. I giochi con vincite in denaro sono riservati agli adulti e tutti devono fare la loro parte per impedire l’accesso ai minorenni, a partire dai rivenditori, che devono sempre verificare l’età del giocatore – ha commentato Antonio Affinita, direttore generale del Moige – I minori non devono accedere al gioco è un messaggio che tocca tutti gli adulti ed a loro spetta metterlo in pratica con responsabilità, a tutela dei nostri figli».

Fondamentale, per la corretta applicazione della legge, il contributo che può dare la rete di distribuzione. «Quella delle tabaccherie è una rete controllata dallo Stato – ha spiegato Giovanni Risso, Presidente della Fit – ed i tabaccai sono costantemente formati grazie a corsi certificati dall’Agenzia delle dogane e dei monopoli. Ecco perché la Federazione italiana tabaccai sostiene, per il quarto anno consecutivo, la Campagna 18+. Perché riteniamo, a pieno titolo, di rivestire un ruolo chiave nel contrasto al gioco minorile».