Sviluppo: un Piano regionale da 872 milioni di euro

TORINO La Giunta regionale ha approvato il Programma operativo regionale 2014-2020, Por, cofinanziato dal Fondo sociale europeo, con modifiche in base alle osservazioni pervenute dall’Unione Europea e proposte dall’assessore al Lavoro, Gianna Pentenero. Il documento strategico di politica regionale, che riassume le linee di intervento prioritarie, prevede azioni per un totale di 872.290.000 euro. Le principali modifiche effettuate riguardano gli investimenti dedicati alla disoccupazione giovanile e alla promozione di occupazione femminile. 224 milioni di euro serviranno per azioni in favore dei giovani, in particolare verso coloro che non svolgono attività lavorative, non seguono corsi di studio o di formazione, inclusi i giovani a rischio di esclusione sociale e quelli appartenenti a comunità emarginate. «I fondi – ha spiegato l’assessore Pentenero – sono destinati ad esempio a percorsi di formazioni per giovani assunti con contratto di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, alla creazione di punti di contatto per il profiling, l’accompagnamento al lavoro, l’orientamento».

Verrà inoltre incrementato lo stanziamento per la promozione dell’occupazione femminile (17 milioni di eur), volto a favorire la conciliazione tra vita professionale e vita privata con misure , ad esempio, di promozione del “welfare aziendale”. Verrà rafforzata la modernizzazione delle istituzioni del mercato del lavoro (altri 17 milioni), come i servizi per l’impiego pubblici e privati di promozione dell’occupazione, grazie a opere che migliorino anche la mobilità professionale transnazionale e una migliore cooperare tra le istituzioni e i soggetti interessati.