Sla, la Regione invita le Asl ad anticipare i contributi ai malati

 

L’assessore regionale alla sanità Antonio Saitta in visita al cantiere di Verduno nel novembre 2014.

TORINO La legge di Stabilità ha previsto uno stanziamento di 400 milioni di euro per il Fondo per le non autosufficienze, anche per per gli interventi a sostegno delle persone affette da Sclerosi laterale amiotrofica (Sla). In attesa che il Decreto relativo venga firmato dai Ministri competenti, con la relativa indicazione delle risorse destinate alla Regione Piemonte, per non pregiudicare ulteriormente la situazione di persone in condizione di non autosufficienza così grave, l’assessore alla sanità, Antonio Saitta e l’assessore alle Politiche sociali, Augusto Ferrari, hanno invitato – con una lettera indirizzata ai Direttori generali – le Aziende sanitarie locali a non interrompere i progetti a sostegno dei malati di Sla, anticipando i contributi previsti dalla legge.

La Regione provvederà non appena possibile al riparto del Fondo per le non autosufficienze per l’anno 2015 e fornirà indirizzi per la successiva imputazione e copertura delle spese.