Il Roero in festa a Valpone. Questa sera canta le uova per il Var

CANALE La frazione canalese di Valpone è pronta ad accogliere, sabato 28 marzo, le migliaia di visitatori festanti per la quindicesima edizione di Cantè j’euv nel Roero. Una manifestazione, organizzata dalla Pro loco di Valpone, dal Comune di Guarene e dall’associazione Pro loco per il Roero che, dopo aver toccato metà dei Comuni roerini ed essere ritornata a casa nel 2014, torna a svolgersi in una frazione, a quindici anni dalla prima edizione di Castelrotto. L’obiettivo sarà bissare il successo registrato il 12 aprile 2014 quando quasi 20 mila persone hanno invaso pacificamente Guarene. Le premesse ci sono tutte per l’unica manifestazione piemontese a essere riconosciuta, dal “Forum nazionale dei giovani” come Meraviglia d’Italia. Una festa che affonda le proprie, antichissime radici nel Medioevo e nel paganesimo, diventata un evento di grande richiamo, atteso soprattutto da giovani e giovanissimi. Grande sarà l’attenzione della Pro loco di Valpone nel preservare la tradizione, dando spazio ai gruppi di cantori, i veri protagonisti della kermesse roerina. Un’attenzione confermata nel grande lavoro svolto nelle scorse settimane per coinvolgere la maggior parte delle associazioni canalesi e i bambini delle scuole, protagonisti di divertenti lezioni e autori di disegni che saranno esposti durante la manifestazione. Coinvolti anche gli scout e i ragazzi del Centro diurno che hanno realizzato i cartelloni con cui sfileranno i gruppi. Saranno oltre 50 i gruppi presenti, da ogni angolo del Piemonte. Come ogni anno il Cantè j’euv avrà una finalità benefica, i soldi raccolti dalla questua, dai simpatici fratucin, figura simbolo della manifestazione, infatti, saranno devoluti al Var Volontari ambulanze Roero.

Marcello Pasquero
ECCO DOVE SI POTRÀ PARCHEGGIARE

La frazione di Valpone sarà chiusa al traffico dalle 14.30 di sabato 28 marzo, fino alle 4 di domenica 29 marzo. Le provinciali 58 e 234 non saranno percorribili nel tratto da San Damiano a Canale e da Castellinaldo a Valpone. Non sono previste navette, i due parcheggi di riferimento saranno presso la Barbero Campari, da San Damiano (600 metri in piano) e nell’area industriale di Canale (900 metri in piano). Il servizio medico sarà curato dai volontari del Var che, dal cimitero di Canale, garantiranno il trasporto dei disabili su un Doblò.

I promotori ringraziano

«Abbiamo lavorato con molte altre associazioni canalesi, con le scuole, con gli scout, affinché il Cantè j’euv riacquistasse la dimensione originaria del “Cantè” », afferma Paolo Destefanis, presidente della Pro loco di Valpone. «Vogliamo che questa edizione sia per tutti: giovani, anziani e famiglie che possano vivere lo spirito di convivialità e festa proprie di una manifestazione come la nostra. Sappiamo che si creerà qualche disagio per chi dovrà percorrere la strada provinciale, masiamo sicuri che il risultato sarà apprezzato da tutti e che questa edizione rimarrà nel cuore di chi parteciperà. A questo proposito vorrei ringraziare i miei primi collaboratori: Livia, Niccolò, Paola e Paolo». Piero Rivetti, vicesindaco di Guarene, aggiunge: «Il Cantè j’euv è la festa dell’amicizia e delle famiglie. Auspichiamo una partecipazione di massa, con il giusto spirito di allegria e di voglia di fare festa senza eccessi, di cantare e riscoprire le nostre tradizioni più vere».