Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

L’impegno dei Rotary per la valorizzazione delle colline Unesco

GRINZANE CAVOUR Nei giorni scorsi gli otto Rotary Club della provincia di Cuneo (Alba, Bra, Canale-Roero, Savigliano, Mondovì, Cuneo, Cuneo Alpi del Mare e Saluzzo) si sono ritrovati al castello di Grinzane Cavour per un appuntamento dedicato all’Unesco e al prestigioso riconoscimento che l’organismo internazionale ha attribuito ai paesaggi vitivinicoli di Langhe, Roero e Monferrato il 22 giugno 2014. È stata anche l’occasione per testimoniare la vicinanza del Rotary ai progetti di valorizziamone del territorio attraverso i services che annualmente vengono effettuati dai Club.

L’incontro si è aperto con un convegno sul tema “I vigneti di Langa-Roero e Monferrato costituiscono un esempio eccezionale di interazione dell’uomo con il suo ambiente naturale”. Dopo l’intervento introduttivo del presidente del Rotary Club Canale–Roero, l’avvocato Gianluca Costa, hanno portato il loro saluto il presidente dell’Enoteca regionale piemontese Cavour, il senatore Tomaso Zanoletti, e il dottor Giuseppe Artuffo, assistente del Governatore Giorgio Groppo del Distretto 2032 Rotary International.

Un attento e interessato pubblico rotariano ha poi ascoltato i relatori del convegno: la professoressa Maria Paola Azzario, presidente della Federazione italiana club e centri Unesco, il professor Giulio Mondini, professore ordinario del Politecnico di Torino e direttore di SiTI e Roberto Cerrato, direttore dell’Associazione per il patrimonio dei paesaggi vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato.

Al termine del convegno è seguita la conviviale presso le sale del castello con la presenza di circa 150 rotariani. Il servizio di tavola è stato curato dallo chef stellato Marc Lanteri e dal proprio staff.