Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

Mille alloggi sfitti ad Alba. Con LocAlba si cerca di far incontrare famiglie in difficoltà e proprietari

ALBA Potrà LocAlba, l’agenzia sociale per la locazione del comune di Alba, essere lo strumento per risolvere il problema casa?

L’agenzia rappresenta l’occasione per favorire la mobilità abitativa, creando, in maniera semplificata, punti d’incontro tra domanda e offerta, rappresentando così un’occasione per famiglie in difficoltà e proprietari di alloggi sfitti. A trarne vantaggio entrambi.

Ne abbiamo parlato con Elena Di Liddo, assessore comunale alle politiche familiari e sociali.

Che ruolo svolgerà LocAlba nell’ambito delle politiche abitative?

«Sono più di mille gli alloggi sfitti in Alba mentre è in aumento la gente che chiede casa a prezzi di affitto abbordabili. LocAlba è un’iniziativa che va ad aiutare un’utenza colpita dalla crisi ma, allo stesso tempo, capace di garantire al proprietario il pagamento di un affitto mensile in virtù di un contratto di lavoro. L’obiettivo è mettere sul mercato immobiliare alloggi con canoni di locazione più bassi concedendo ai proprietari sgravi fiscali e agevolazioni».

Quanti sono i fondi che verranno messi in campo e come?

«Abbiamo aderito alla misura per le agenzie sociali per la locazione e riceveremo dalla Regione Piemonte 28 mila euro così, dopo l’esperienza del 2010, ripartirà LocAlba a cui si aggiungono 32 mila euro per un fondo morosità incolpevole destinato a coloro che sono morosi, cioè non in regola con il pagamento dell’affitto ma hanno Isee pari a zero e quindi senza possibilità di saldare».

Manuela Anfosso