Gazzetta d'Alba – Dal 1882 il settimanale di Alba, Langhe e Roero

RotoAlba, Forza Italia chiede un Consiglio comunale aperto

ALBA L’europarlamentare Alberto Cirio e il gruppo consiliare di Forza Italia guidato da Carlo Bo hanno incontrato una rappresentanza dei 140 dipendenti della RotoAlba. «Desidero esprimere, a nome mio e del gruppo consiliare di Forza Italia, la massima solidarietà ai lavoratori, alle loro famiglie e a tutte le aziende dell’indotto coinvolte a vario titolo, loro malgrado, in questa difficile situazione. È quantomeno strano che un’azienda non in grado di pagare i propri dipendenti si diletti in acquisizioni di altre realtà; questo è un punto sui cui si deve necessariamente fare chiarezza», dichiara Bo, che aggiunge: «Ho richiesto, insieme ai consiglieri Boschiazzo, Canova, Marengo e Prunotto, la convocazione di un Consiglio comunale straordinario, aperto alla cittadinanza, in cui parlare di occupazione, di questo caso specifico e di tutte le altre situazioni di emergenza lavorativa».

Gli esponenti di Forza Italia Alberto Cirio e Carlo Bo davanti ai cancelli della RotoAlba.

Le parole dell’eurodeputato Alberto Cirio: «Ho trasmesso una memoria al senatore Malan che, nelle prossime ore, depositerà un’interrogazione parlamentare perché il Gruppo Veneziani, che ha acquisito la RotoAlba e che da sei mesi non paga lo stipendio ai suoi 140 dipendenti, è lo stesso che ha stretto un accordo con il Pd per il rilancio dell’Unità, come il premier Renzi ha sottolineato con entusiasmo pochi giorni fa a Bologna. Ed è un fatto assolutamente inaccettabile che il nostro Presidente del Consiglio festeggi in pubblico la provvidenziale alleanza, quando lo stesso Gruppo da mesi, ad Alba, sta lasciando 140 famiglie in enorme difficoltà».

Leggi anche: Il Tribunale rigetta il concordato per RotoAlba