700 studenti delle superiori alle prese con gli esami

SCUOLA / 1. Domani il tema: in pole Expo, Isis, grande guerra, Dante e Pirandello
La prima prova dell’esame di maturità, il tema d’italiano, è fissata per domani, mercoledì 17 giugno. La campanella suonerà, ad Alba, per quasi settecento studenti, 134 al Cocito, 161 al Da Vinci, 131 al Govone, di cui 60 al classico e 71 all’artistico, 123 all’Einaudi, 46 all’istituto Piera Cillario Ferrero e 102 alla scuola enologica, dove sosterranno la maturità gli ultimi studenti che hanno seguito il corso di studi di sei anni e i primi che hanno frequentato solo cinque anni.

Sul portale skuola.net, piattaforma di riferimento per i ragazzi alle prese con l’esame di Stato, da settimane è già iniziata la corsa al toto-tema. Il Miur “non può” escludere, secondo le previsioni, tra le possibili tracce almeno una sull’entrata in guerra dell’Italia nel 1915 così come sull’Expo, si presume anche un tema di attualità sull’Isis. Dante e Pirandello sono considerati gli autori più papabili per l’analisi del testo. Queste previsioni, seguite dalla quasi totalità dei maturandi, sono considerate veritiere da meno di uno studente su dieci. Giulia, che ha frequentato il Da Vinci è una di queste: skuola.net non fa altro che indicare le possibili tracce a seconda dell’anniversario che ricorre. Guardando gli argomenti scelti per gli esami degli anni precedenti, le previsioni si sono mai concretizzate». Ma «i toto- temi pubblicati sui diversi portali vanno guardati. Non saranno quelli della maturità, ma se, anche con una percentuale molto bassa lo fossero, meglio essere preparati», sostiene Eleonora dell’Ipc.
La seconda prova è fissata per giovedì e varia a seconda dell’indirizzo di studi. A valutare gli studenti saranno commissioni miste, composte per la metà da docenti interni e per la restante parte da commissari esterni, a questi si aggiunge un presidente di commissione, membro esterno.
Manuela Anfosso