Tana(ro) libera tutti, una notte nel parco fluviale

ALBA. Il parco Tanaro si prepara all’invasione pacifica di migliaia di persone, sabato 25 luglio, in occasione del primo Tana(ro) libera tutti che animerà la vita sulle sponde del fiume dalle 17 alle due del mattino di domenica. In cabina di regia l’associazione culturale Mojito fest.

Chi sono i Mojito fest

La storia dell’associazione Mojito fest, che può contare sull’apporto di circa 15 persone, nasce «ufficialmente ad aprile di quest’anno», spiega Walter Salvano, «ma il gruppo era già rodato da oltre cinque anni di organizzazione di eventi: siamo partiti quasi per caso organizzando
un Mojito party a Scaparoni e il successo è andato sempre crescendo fin quando il Comune di Alba ci ha chiesto di organizzare la prima manifestazione al parco Tanaro dopo i lavori di recupero: abbiamo accettato con grande entusiasmo».

Sul numero di Gazzetta in edicola l’intervista completa agli organizzatori.

Il programma

Tana(ro) libera tutti, di sabato 25 luglio, sarà una manifestazione gratuita rivolta ai giovani, ma anche a grandi e piccini.
Si comincerà alle 17 con lo spazio dedicato ai burattini. A seguire, spazio al cantautorato a “chilometri zero”: sul palco Angolo di Jones dalle 18 con Michele Reggio, cantautore di Montà. Sarà poi la volta di Nicolas J. Roncea, cantautore eclettico di origini francesi, già membro degli Io Monade Stanca e dei Fuh, reduce dal successo del primo atto di Eight, album in tre parti. Alle 20 toccherà a Matteo Castellano, virtuoso
della chitarra acustica, da Fossano, scaldare il pubblico fino all’esibizione di Antimusica, alter ego di Michele Cosentino, scrittore, musicista, attore, e cantante di origine torinese. Alle 22 aprirà lo Spoon river stage in cui troveranno spazio l’elettronica, la dance e il drum’n bass e la musica da ballo in tutte le sue declinazioni. Toccherà a TuttaFuffa aprire le danze a base di rock, reggae, hit anni Novanta, ska, pop e chi più ne ha più ne metta. Alle 23.30 sarà la volta di LNRipley sound system, progetto nato a Torino nel 2006 che proporrà un concerto a base di drum’n bass e dubstep. A chiudere il festival saranno i balli sfrenati, dai caraibici alla dance, degli Avanzi di balera.

Dove parcheggiare

La manifestazione sarà localizzata in un’area che va dal tubo dello skate al parcheggio dell’Egea, fino al campo da golf, nonostante si pensi spesso al parco Tanaro come a qualcosa di lontano, dista poche centinaia di metri dal centro storico, quindi penso i parcheggi non saranno un problema e sarà possibile posteggiare a pochi minuti a piedi da Tana(ro) libera tutti