Premiati a Govone i migliori bovini piemontesi

Giovanni Cordero di Priocca, vincitore in due categorie

GOVONE. La patronale di Govone, che si è conclusa il 29 agosto, ha vissuto uno dei momenti più attesi e partecipati nella mattinata di martedì 25 agosto con la mostra zootecnica e la premiazione degli allevatori. La manifestazione, che affonda le proprie radici nel periodo post unitario, ha superato ampiamente le cento edizioni.

Cinque le categorie di bovini premiate. Tra i “vitelli sottorazza albese della coscia pronti alla macellazione” a risultare vincitore è stato l’allevatore Igino Carbone di Priocca, davanti al compaesano Giovanni Cordero e a due vitelli dell’azienda “Fratelli Luigi e Franco Mo” di Govone. Azienda, quest’ultima, che si è imposta nella categoria “Vitelle sottorazza albese della coscia pronte alla macellazione” davanti agli allevatori Claudio Borio di Monforte, Marco Granzino e Secondino Giovara, entrambi di Tigliole d’Asti. Tra i “Torelli della sottorazza albese della coscia pronti alla macellazione” a vincere è stato l’esemplare di Giovanni Cordero di Priocca su quello dell’azienda “Fratelli Luigi e Franco Mo” di Govone. A seguire gli allevatori Marco Granzino di Tigliole e la “Fratelli Massano” di Costigliole d’Asti. Il priocchese Giovanni Cordero di Priocca ha fatto man bassa imponendosi anche nella categoria “Torelli meticci della coscia pronti alla macellazione” davanti al compaesano Luigi Roagna, a Claudio Borio di Monforte e Marco Granzino di Tigliole. Quest’ ultimo ha piazzato ben due esemplari nell’ultima categoria in gara dei “Vitelli e vitelle meticci della coscia pronti alla macellazione” al secondo e terzo posto dietro al vincitore Secondino Giovara di Tigliole. Piazza d’onore per Igino Carbone di Priocca.

Giovanni Cordero di Priocca, vincitore in due categorie

Marcello Pasquero