A Treiso una cantina da 60 mila bottiglie

TREISO. Con un dibattito a 360 gradi sul vino e su come questo prodotto abbia cambiato l’economia del territorio è stata inaugurata ieri la cantina del ristorante stellato La ciau del Tornavento. Al dibattito hanno partecipato, oltre al padrone di casa (lo chef  Maurilio Garola), il fondatore di Slow Food Carlo Petrini e i produttori Angelo Gaja e Giorgio Rivetti.

La cantina, nella quale riposano oltre 60 mila bottiglie di vini italiani e stranieri, si trova sotto la sala del ristorante e racchiude anche spazi per l’affinamento di formaggi e salumi. Sembra quasi il caveau di una banca. Anzi, visto il valore di certe bottiglie, forse lo è.  Servizio su Gazzetta d’Alba di martedì 15.

c.o.

Lo chef Maurilio Garola in un'immagine d'archivio.