Aca: il Jobs Act è un cambio di mentalità

ALBA Non si tratta “soltanto” di modificare le norme che regolano il mondo del lavoro. Quello che si sta sviluppando nel nostro Paese è piuttosto un cambiamento di mentalità generale, che interessa le imprese, i lavoratori e anche la pubblica amministrazione. Il Jobs Act, cioè il pacchetto normativo varato dal governo, è in attesa dei sessanta decreti attuativi che lo renderanno completamente effettivo ed efficace, ma nel frattempo il dibattito e il confronto tra le parti sociali è già estremamente vivace.

Per favorire questo confronto e al contempo offrire un momento formativo di elevato livello agli operatori della filiera lavoro, l’Associazione commercianti albesi ha organizzato il 14 ottobre scorso il convegno “Jobs Act – L’evoluzione nel mondo del lavoro”, al quale sono stati invitati nella veste di relatori Eufranio Massi, esperto nelle tematiche relative al mondo del lavoro, già componente di commissioni ministeriali, direttore del sito “Dottrina del Lavoro”  e Guido Lazzarelli, responsabile del settore Lavoro Contrattazione e Relazioni sindacali di Confcommercio-Imprese per l’Italia. «Con questo convegno – dichiara il direttore Aca Giuliano Viglione – l’Associazione Commercianti Albesi ha inteso organizzare un importante momento divulgativo e formativo utile alle imprese e a tutti coloro che, nella propria professione, non possono prescindere dal conoscere approfonditamente la normativa del lavoro».

Alto l’interesse, vista l’affluenza all’incontro: oltre 150 tra avvocati, commercialisti, consulenti del lavoro, imprenditori, rappresentanti sindacali, esponenti della Direzione provinciale del lavoro, responsabili dei centri per l’impiego.